Sen. Fiammetta Modena(FI), ai Ministri Speranza e Bonafede: “Chi sapeva della contabilità orale della sanità calabrese?”

361

“Si parla di fatture milionarie pagate ripetutamente anche più volte”.

“Leggo sui giornali e sulle agenzie le dichiarazioni del medico calabrese Santo Gioffrè che da Commissario dell’Asl di Reggio Calabria scoprì un giro di fatture pagate anche due-tre volte di seguito – a parlare è la Senatrice Fiammetta Modena di Forza Italia, membro della commissione giustizia di Palazzo Madama – in particolare il medico calabrese racconta di una fattura di 6 milioni di euro che la Banca stava per pagare per la seconda volta consecutiva alla clinica privata che aveva già incassato il saldo iniziale e che non aveva nessun diritto o titolo ad incassare i successivi 6 milioni di euro.
Per fortuna poi la delibera di pagamento di questi nuovi 6 milioni è stata annullata dallo stesso Santo Gioffrè. Ma mi chiedo. È normale che tutto questo accada senza colpo ferire e senza nessuna conseguenza? Il dott. Gioffrè sia a Ria Uno che Rai Tre ha parlato a lungo anche una “contabilità orale”, dove tutto è affidato ad una semplice stretta di mano.
 
Ma è mai possibile che in un Paese civile e informatizzato come il nostro esistano vicende di questo tipo – conclude Fiammetta Modena – non crede il ministro della sanità e il ministro della giustizia di dover inviare dei propri ispettori e accertare la vera dimensione di questo fenomeno che in effetti fa anche sorridere “La contabilità orale”, ma neanche nei Paesi più sperduti dell’Africa ormai accadono cose simili”.  

 

Articolo precedenteArdea, la Polizia Locale interviene in un incidente stradale e recupera gli oggetti rubati ad una signora
Articolo successivoALIS, Guido Grimaldi votato all’unanimità come presidente per un ulteriore mandato