L’archeologo Massimo Osanna é cittadino onorario di Castellammare di Stabia (NA)

0
157
C’è l’ok unanime del Consiglio Comunale di Castellammare di Stabia (NA) alla proposta avanzata dal “Comitato per gli scavi di Stabia fondato nel 1950” – fondato da Libero d’Orsi nel 1950 per favorire il proseguimento degli scavi archeologici sulla collina di Varano – e sostenuta dal Sindaco Cimmino tramite un atto di giunta, di conferire la cittadinanza onoraria all’archeologo Massimo Osanna per il suo impegno, tra il 2014 e quest’anno, a favore dell’area archeologica di Stabiae. 
 
Osanna, oggi direttore generale dei Musei del Mibact, nello specifico, si è impegnato a riaprire il Museo archeologico di Stabiae, istituito da Libero d’Orsi nel 1958 nei locali della scuola media cittadina e chiuso dal 1997 perchè la struttura era inagibile, per l’apertura, con l’attuale Direttore del Museo Nazionale di Cagliari, Francesco Muscolino, del Museo di Quisisana e per la ripartenza degli scavi archeologici nella zona della Villa Romana di San Marco.