Serie A, Benevento-Lazio, biancocelesti alla ricerca del riscatto in campionato. E’ categorico vincere per non perdere altro terreno in classifica

419

(Meridiananotizie) Benevento, 15 dicembre 2020 – La Lazio questa sera incontrerà il Benevento, squadra guidata dal fratello di Simone, Filippo Inzaghi che bene ha fatto con i Campani portandoli nella massima serie.

Sarà anche questa una gara insidiosa perché, anche se sulla carta il tasso tecnico della Lazio è di gran lunga superiore a quello del Benevento, i biancocelesti si trovano in un momento particolare dove le gare a distanza ravvicinata, una gara ogni tre giorni, hanno evidenziato la difficoltà di poter sostituire con ricambi adeguati, le assenze dei titolari. Però questo, crediamo, non sia da imputare ad un organico scarso, piuttosto ad una serie di infortuni derivati dal campo di gioco e dalla pandemia al Covid-19 che hanno fermato alcuni giocatori biancocelesti. E con la Champions League, per la Lazio, disputare una gara ogni tre giorni con l’handicap degli uomini contati ed alcuni non al massimo della forma, non è stato facile mantenere uno standard alto di prestazioni e di conseguenza, una media alta di punti in classifica. A tutto ciò aggiungiamo, comunque, che la Lazio con merito è approdata agli ottavi di finale di Champions League e questo deve essere motivo di orgoglio. Certo, si sapeva che passando come secondi, i biancocelesti avrebbero incontrato squadre importanti…ma, fortunatamente, c’è ancora tempo per pensare al Bayern Monaco.

Quindi, torniamo a questa sera e alla gara contro il Benevento che diventa importantissima per il proseguimento in campionato dei ragazzi di Mister Inzaghi. Gara dove, neanche a dirlo, servirà umiltà, determinazione ed una buona dose di “fame di vittoria“, il tutto senza correre all’arrembaggio, bensì, usando la testa. Non sarà una partita come le altre, almeno per i fratelli Inzaghi che si troveranno rispettivamente, Simone sulla panchina della Lazio e Filippo su quella del Benevento e tutti e due, vorranno far bene. Partita delicata ma che alla Lazio non lascia opzioni…vincere è categorico se si vuole recuperare terreno in classifica.

Le dichiarazioni degli allenatori nel pre-gara

Filippo Inzaghi: "Ibrahimovic rilancerà il Milan, mio fratello Simone è un modello da seguire" - EurosportF. Inzaghi – “Sarà difficile averlo vicino come avversario, per la stima e per l’amore che c’è. Naturalmente penseremo alle rispettive squadre cercando di vincere la partita, ci godremo il momento sapendo che le nostre famiglie, i nostri genitori e i nostri nipoti si emozioneranno tanto e ricorderanno per sempre questa giornata”.

Viola è convocato, finalmente sta bene e si allena da tre giorni stabilmente con la squadra. Non è pronto per giocare dall’inizio, è fuori da marzo e ci vorrà del tempo. Averlo recuperato, però, ci fa tanto piacere e ci dà grande soddisfazione. Non ha più dolori, è un’arma in più per raggiungere i nostri obiettivi. Moncini non recupera, ha un problema alla caviglia dalla trasferta di Firenze e ha ancora dolore. Aspettiamo di capire se ci sarà contro Udinese e Genoa, la mia speranza è di averlo a disposizione prima di fine dicembre. Per Iago Falque ci vuole cautela: contro il Sassuolo aveva 15-20 minuti nelle gambe ma ha fatto benissimo. Non so se schierarlo dall’inizio o metterlo in campo per una mezz’ora, ma vale lo stesso discorso fatto per Viola. È un’arma in più per noi, sappiamo tutti quanta qualità abbia e che tipo di calciatore sia”.

“Abbiamo recuperato tutti, non stravolgerò una squadra che sta facendo ottime partite. Ho dubbi perché si stanno allenando tutti bene, ma la condizione psicofisica generale è ottima e sono molto fiducioso a prescindere da chi scenderà in campo. In difesa abbiamo perso Maggio per un problema muscolare e anche Caldirola. C’è Foulon che ha recuperato, un terzino che sta lavorando benissimo e che potrebbe trovare spazio se domani mattina, nell’ultimo allenamento, vedrò qualcuno un pò stanco“.

“Mi aveva dato fastidio leggere che il Benevento era retrocesso ancor prima di iniziare, quanto fatto l’anno scorso in serie B conferma che meritavamo maggior credito. Io so quanto stiamo lavorando e che soddisfazioni mi stanno dando questi ragazzi. Siamo orgogliosi della prestazione fatta col Sassuolo: se non saremo squadra daremo ragione a chi ci aveva condannato in partenza, viceversa ci divertiremo e renderemo difficile la vita a tutti. Preoccupato per l’attacco? Non lo sono. I nostri attaccanti sono i primi difensori, le occasioni le creiamo come accaduto a Sassuolo con 30 tiri in porta. Non sempre i portieri faranno i miracoli o prenderemo la traversa, presto si sbloccheranno e ci condurranno alla salvezza”.

S. Inzaghi – “Senz’altro sarà una sfida particolare per me, giocare da avversario contro mio fratello è molto emozionante. Ognuno farà la propria partita nel migliore dei modi, saremo avversari poi alla fine ci abbracceremo e sarà stata una grandissima soddisfazione per i nostri genitori e i nostri figli.”

Sarà una partita difficile, entrambe le squadre vengono da due sconfitte immeritate per quello che si è visto in campo. Ognuno cercherà di fare del proprio meglio, noi dobbiamo migliorare la nostra situazione in classifica. Avremo qualche assenza tra squalifiche e infortuni, porteremo a Benevento i migliori giocatori per fare una bella partita.”

Il cammino all’Olimpico non è stato finora positivo in campionato, sentiamo tutti l’assenza dei tifosi in modo evidente. Adesso dobbiamo andare avanti, la Champions ci ha portato via tante energie fisiche e mentali ma abbiamo il tempo per recuperare i punti persi.”

Tutte le squadre di prima fascia sono l’élite mondiale del calcio. Affrontare i campioni d’Europa sarà un grande stimolo per tutti per crescere in questi due mesi che ci separano dalla sfida. Dobbiamo arrivarci nel migliore dei modi. Ora resettiamo la fase a gironi, sappiamo quello che abbiamo fatto.”

Le probabili formazioni

BENEVENTO (4-2-3-1): Montipò; Letizia, Tuia, Glik, Barba; Hetamaj, Schiattarella, Dabo; Ionita, Caprari; Lapadula.

All: F. Inzaghi

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Escalante, Luis Alberto, Marusic; Correa, Caicedo.

All: S. Inzaghi

La squadra arbitrale, VAR e AVAR

Chi è l'arbitro Pairetto di Nichelino - Virgilio SportArbitro: Luca Pairetto

Assistenti di linea: Costanzo – Galetto

IV uomo: Abbattista

V.A.R.: Fabbri

A.V.A.R.: Longo

Dove vedere la gara in TV

Benevento-Lazio sarà visibile in esclusiva su DAZN: chi ha attivo il pacchetto Sky-DAZN potrà seguire la gara su DAZN1 (canale 209 di Sky). La gara è visibile anche in streaming attraverso l’app di DAZN.

– articolo di Massimo Catalucci

Articolo precedentePotature: Benvenuti (Forza Italia-Ecoitaliasolidale), ancora stop al bando manutezione del verde nella Capitale
Articolo successivoSerie A, Lazio, non ci siamo!!! A Benevento pareggia 1 a 1. Tanto possesso di palla e poca incisività sotto rete