Serie A, Lazio, non ci siamo!!! A Benevento pareggia 1 a 1. Tanto possesso di palla e poca incisività sotto rete

360

(Meridiananotizie) Benevento, 15 dicembre 2020 – La Lazio parte bene nel primo tempo, dove ha sempre in mano il “pallino” del gioco e riesce anche a trovare un eurogol, con la scarpa d’oro Ciro Immobile che si avventa in area su un traversone arrivato dalla tre quarti destra del fronte d’attacco della Lazio e con un tiro al volo di destro, mette la palla sotto la traversa della porta del Benevento. Purtroppo, però, come troppo spesso accade, i biancocelesti, non riescono a tenere alta la concentrazione e su un blackout della difesa, il Benevento pareggia sfruttando una mischia in area. La palla danza in prossimità del rettangolo piccolo della porta difesa da Reina e prima di toccare terra, Schiattarella si avventa su di essa e di sinistro al volo mette la palla nell’angolino basso alla sinistra dell’estremo difensore biancoceleste. E’ uno a uno.

Da una parte, l’ispirazione della Lazio passa sempre tra i piedi di Luis Alberto che, in alcune occasioni è troppo lezioso (in questo momento dovrebbe essere meno “elegante” e più “concreto”), anche se c’è da dire che con una bella giocata ha anche preso il palo esterno con un’azione personale nel primo tempo.

Come espresso anche da Reina a fine partita, quello che manca alla Lazio è maggiore “cattiveria” calcistica. “Le partite dobbiamo chiuderle prima” – dichiara il portiere laziale ai microfoni di DAZN.

Purtroppo, questa è un’altra occasione persa dai biancocelesti per accumulare punti importanti per la classifica. Quello che più rammarica è che, comunque, questa sera nel primo tempo la Lazio è apparsa vogliosa, tatticamente ben disposta in campo, con un possesso di palla asfissiante ma, come già detto, è mancata la concretezza per finire il primo tempo con un doppio vantaggio. Per onestà intellettuale, dobbiamo anche dire che al secondo tempo, c’è stato un intervento netto di mano in area da parte di un difensore del Benevento non ravvisato dall’arbitro…ma questo non vuole e non deve essere un alibi per i ragazzi di Mister Inzaghi.

Ora la prossima gara sarà all’Olimpico nella Capitale contro il Napoli di Mister Gattuso  e poi, l’ultima dell’anno a Milano contro i rossoneri di Mister Pioli e per come stanno giocando queste due squadre, non saranno gare facili…

Le dichiarazioni degli allenatori nel post-gara

F. Inzaghi – “Non posso dir niente a questi ragazzi, sono fantastici! Oggi hanno fatto molto contro una squadra come la Lazio che, vedendoli giocare al primo tempo, ho detto: questi sono extraterrestri. Ma i miei ragazzi hanno saputo rispondere botta su botta e il risultato è il premio al loro lavoro. E’ stata una partita strana, tante emozioni. Giocare contro mio fratello è stata una sensazione particolare, ho cercato di concentrarmi sulla partita ma non è stato facile. Noi siamo da cinque partite che giochiamo bene e anche se a Sassuolo abbiamo perso, se giochiamo così, alla fine i risultati vengono. Sono felice di aver creduto in questi ragazzi che stanno dando molto di più di quanto loro stessi potessero pensare di dare. Siamo in una buona condizione fisica e speriamo di continuare. Oggi avevamo anche in campo un ragazzo del 2001 che ha giocato contro la Lazio e questo deve essere una soddisfazione per la società“.

S. Inzaghi – “Penso che ci manca la fame di vittoria. Anche se i ragazzi hanno cercato di vincere in tutti i modi, non dovevamo prendere il gol al primo tempo. Abbiamo trovato, comunque, una squadra ben organizzata. Penso che il Benevento sia in salute e ha rispecchiato le gare che ha fatto nelle ultime giornate. A noi sono venute meno le energie fisiche e mentali. Dopo il primo tempo non potevamo andare a riposo sull’1 a 1. E’ logico che dopo aver speso molto nel primo tempo, nel secondo potessimo accusare un calo, nonostante ciò abbiamo avuto due, tre, occasioni per segnare ancora. Abbiamo creato tanto nel primo tempo, prendendo anche un palo. Chi è entrato nel secondo tempo ha fatto bene. Luis Alberto ha fatto una grande gara, considerando che è calato perché non si è allenato per sei giorni, però riguardo il contributo che ha dato oggi alla squadra sono molto soddisfatto, non mi sarei aspettato durasse per ottanta minuti. Adesso dobbiamo prenderci quello che abbiamo raccolto, anche se siamo delusi per non aver chiuso la gara nel primo tempo. Ora ci sarà la partita col Milan e poi la sosta di dieci giorni ma poi, ricominceremo a giocare ogni tre giorni“.

Il tabellino della gara

Benevento Lazio 1-1

RETI: Immobile 25°; Schiattarella 45°;

BENEVENTO (4-3-3): Montipò; Letizia, Tuia (46′ Foulon), Glik, Barba; Hetemaj (80′ Di Serio), Schiattarella, Ionita; R. Insigne (61′ Improta), Caprari, Lapadula (70′ Falque). A disp.: Manfredini, Lucatelli, Del Pinto, Tello, Viola, Dabo, Improta, Foulon, Di Serio, Sau, Falque, Pastina.

All.: Filippo Inzaghi

LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe (58′ Patric), Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic, Escalante (80′ Cataldi), Luis Alberto (80′ Pereira), Marusic; Correa (80′ Caicedo), Immobile. A disp.: Strakosha, Alia, Patric, Armini, Adeagbo, Anderson, Cataldi, A. Pereira, Parolo, Czyz, Moro, Caicedo.

All.: Simone Inzaghi

AMMONITI: Lapadula; Luiz Felipe
ESPULSI: Schiattarella

– articolo di Massimo Catalucci

Articolo precedenteSerie A, Benevento-Lazio, biancocelesti alla ricerca del riscatto in campionato. E’ categorico vincere per non perdere altro terreno in classifica
Articolo successivoAriccia, è disponibile la Card Spesa per cittadini in stato di bisogno