Ardea, viale marino, discarica abusiva di olio e altri rifiuti

277

(Meridiananotizie) Ardea, 16 gennaio 2021 – La Polizia Locale ha il suo bel da fare per contrastare l’inciviltà di alcune persone che non vogliono adeguarsi ad auna condotta di civile convivenza con la collettività.

E’ il caso della discarica abusiva di questa mattina, rilevata da un nostro giornalista nel corso di una passeggiata in Viale Marino, in prossimità della spiaggia di Tor San Lorenzo, dove è ubicato lo stabilimento balneare “La Venere in Bikini“.

Come si evince dalle foto, oltre a rifiuti di ogni genere, ci sono delle bottiglie di plastica per un totale di 45 lt di olio.

Abbiamo provveduto a segnalare il fatto alla Polizia Locale per gli accertamenti del caso.

——-

AGGIORNAMENTI

A seguito dell’articolo su pubblicato, il Comandante della Polizia Locale, Dott. Sergio Ierace, ci ha inviato una comunicazione a riguardo dove evidenzia il già avvenuto intervento dei Caschi bianchi di Ardea.

“Siamo già intervenuti ed abbiamo già individuato i soggetti che sono in corso di identificazione – dichiara il Comandante Ierace che aggiunge – Abbiamo anche fatto arrivare, all’azienda di riferimento per la pulizia del territorio, indicazioni per rimuovere tali rifiuti. Nel contempo – prosegue Ierace – procederemo a sanzionare chi sversa questi materiali ritenendo di rimanere impuniti. Diverse sono le sanzioni elevate sul territorio non solo grazie alla segnalazione dei cittadini, ma anche grazie all’apporto delle attività espletate nel comune dalla Guardie Ambientali del Gruppo Anziate, nominate dal Sindaco Mario Savarese unitamente ad altri cittadini, che sensibile al problema ha sempre chiesto di sanzionare i colpevoli. Molte attività – puntualizza Ierace – vengono eseguite in silenzio ma noi ci siamo e gli effetti della nostra presenza credo siano visibili nelle diverse azioni che stiamo svolgendo, alcune delle quali avranno dei tempi tecnici per conoscerne realmente i risultati, ma coloro che pensano di farla franca avranno delle sorprese. Invito ancora tutti i cittadini – conclude Ierace – a rispettare il proprio territorio comprendendo che il luogo in cui si vive deve essere per prima cosa tutelato dai nostri comportamenti che non possono non essere che posti a tutela dell’ambiente anche segnalando, cosi come in parte sta avvenendo, i dati dei soggetti che eseguono tali illecite attività. Bisogna avere senso civico unito all’amore per il territorio, ricordando che vivere in un territorio decoroso è un diritto da tutelare anche con tali azioni”.

  • articolo di Massimo Catalucci
Articolo precedenteArdea, Virgili e Montesi (Gruppo Misto): “E’ emergenza nel rilascio dei certificati demografici per i residenti dell’area de ‘Le Salzare’. Il Sindaco trovi una soluzione”
Articolo successivoArdea, la Polizia Locale chiude una palestra per mancata osservanza del DPCM