Frascati, consegnato oggi il cantiere per l’inizio dei lavori sulle balaustre di Villa Torlonia

126

(MeridianaNotizie) Frascati, 28 gennaio 2021 – Dopo la benedizione di Monsignor Raffaello Martinelli, Vescovo di Frascati, è stato consegnato oggi, giovedì 28 gennaio 2021, alla ditta appaltatrice dei lavori, il cantiere di Villa Torlonia, per avviare gli interventi di restauro conservativo e di ripristino delle composizioni monumentali del Parco comunale che è unico nel suo genere. Il costo dei lavori, che dureranno circa un anno, è di circa 880mila euro. Il restauro interesserà l’intero fronte su via Annibal Caro con il monumentale sistema dei percorsi incrociati e delle scalee, che costituiscono l’accesso al parco della Villa. Seguendo le più avanzate metodologie e teorie di conservazione, il restauro riguarderà il sistema delle balaustre in pietra sperone, quello delle murature di sostegno dei terrazzamenti, delle esedre delle fontane e il sistema delle scalinate. “Oggi non abbiamo aperto solo un cantiere -sottolinea il Sindaco Roberto Mastrosanti- abbiamo avviato un intervento di recupero su uno dei luoghi simbolo di Frascati. In una stagione di difficoltà come questa caratterizzata dall’emergenza pandemica, l’avvio del restauro di Villa Torlonia rappresenta un momento positivo e beneaugurante per tutta la nostra Comunità. Ringrazio l’Assessore Gelindo Forlini e l’Ufficio Tecnico Comunale per il grande lavoro che stanno svolgendo”.

“Sono molto contento dell’inizio di questi lavori perché possiamo ripristinare un bene non riproducibile e lasciarlo in uso alle generazioni future – aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici Gelindo Forlini -. Lo scorso anno abbiamo riattivato gli impianti del “Teatro delle acque”, dotandolo di una illuminazione artistica. I prossimi obiettivi saranno quelli di riattivare completamente il sistema idrico e di recuperare la rete dei viali del parco, che non sono adeguati all’importanza di questo nostro bene architettonico”.

Le balaustre si presentano oggi danneggiate e lacunose per l’assenza di alcune colonnine e di soglie in pietra sperone. Mancano anche alcuni vasi decorativi nella parte terminale delle balaustre. Su questi elementi sarà fatta un’azione di recupero degli elementi architettonici che le componevano, molte delle quali sono conservate nei magazzini del Comune di Frascati. Se gli elementi non saranno sufficienti, i pezzi mancanti saranno rifatti in pietra sperone, in modo da ripristinare la continuità strutturale ed estetica del parco monumentale. Sarà inoltre rimosso l’intonaco delle fontane, oggi particolarmente fatiscente, per essere completamente rifatto nel rispetto architettonico delle strutture. Sarà anche ripristinata la continuità statica, estetica e funzionale dei muretti delle scale e delle rampe.  ( A cura di Raffaele Natalucci)

Articolo precedenteCovid: Benvenuti, mascherine di “Stato” per adulti nelle scuole elementari di Roma
Articolo successivoFrascati, il Sindaco Mastrosanti: lavoriamo per rafforzare sul mercato il brand dei nostri vini