Il Comandante della Polizia Locale, Sergio Ierace, richiamato in servizio nella Capitale, saluta i cittadini di Ardea

0
104

(Meridiananotizie) Ardea, 28 febbraio 2021 – Quello che molti ad Ardea speravano non accadesse, purtroppo accadrà Lo si capisce dal comunicato stampa a firma del Comandante della Polizia Locale, Dott. Sergio Ierace che nella sua lettera aperta ai cittadini di Ardea, indica, esplicitamente, che da domani sarà operativo nella Capitale.

Ieri, voci di corridoio, ci raccontavano che il Sindaco Mario Savarese, probabilmente, pressato dal “rumore” che stava facendo la voce popolare del dissenso al trasferimento a Roma del Comandante, Dott.  Sergio Ierace, si era recato da lui per dimostrare a quest’ultimo tutto il suo impegno nel cercare di far rientrare il suddetto trasferimento. Ma il solo impegno del Sindaco non ha prodotto, evidentemente, i frutti che avrebbe dovuto produrre perche’, probabilmente, lo stesso non ha potuto godere a pieno in Giunta di una libertà tale che, in casi come questo, gli avrebbe potuto permettere di prendere decisioni in piena autonomia.

Siamo certi della volontà del Sindaco di voler trattenere ad Ardea il Comandante Ierace, verso il quale il Primo Cittadino ha sempre avuto parole di elogio. A maggior ragione però, questo trasferimento appare coperto da un velo di “nebbia” che non fa trasparire le ragione di una decisione cosi’ veloce e senza possibilità di essere modificata, nonostante siano state elenecate più volte anche dal Sindaco stesso, le tante attività di polizia Locale che hanno prodotto ottimi risultati e iniziato a ridare dignità al territorio e ai cittadini di questo comune.

Naturalmente, parliamo con il beneficio di inventario, perche’ non possiamo dire con certezza se e quando c’e’ stato, realmente, un incontro tra il Sindaco e il Comandante, anche se sono innegabili le dichiarazioni dello stesso Sindaco Savarese in merito a questo trasferimento a cui in molti nel comune rutulo si sono opposti. Opposizione che si e’ fatta sentire forte (clicca qui) in primo luogo dagli agenti in forza nella Polizia Locale del territorio che hanno lavorato fianco a fianco con il loro Comandante, alcuni dei quali a loro volta hanno anche avanzato l’ipotesi di chiedere il proprio trasferimento qualora Ierace dovesse vedersi costretto, per effetto di una chiamata di servizio, a lasciare il comando di Ardea; cosi’ come molti cittadini e alcuni consiglieri comunali (clicca qui) che non si spiegano perche’ una persona che ha seminato bene in questo territorio non si possa trattenere per fargli continuare il suo lavoro. A tale coro si unisce anche la voce di dissenso al trasferimento del comandante, del Vice Sindaco di Ardea, Morris Orakian.

Dal primo marzo sarò operativo presso il Comune di Roma – inizia cosi’ il comunicato stampa di Ierace che prosegue – Si conclude così il mio servizio alla Cittadinanza di Ardea. Ho cercato senza riserve e con la massima dedizione di soddisfare la richiesta di legalità proveniente dai cittadini con cui ho avuto sempre un aperto confronto e dialogo, cittadini che rendono unico questo Comune. In questo percorso – prosegue il Comandante – ho avuto la fortuna di essere al comando di un Corpo di Polizia Locale composto da Professsionisti preparati ed amanti del loro lavoro e soprattutto, attenti alle esigenze del territorio e di tutti coloro che vi transitano, in primo luogo verso tutti i residenti ma senza trascurare i villeggianti che, soprattutto nel periodo estivo affollano i circa 9,000 km. di spiagge di cui gode il Comune di Ardea”.

“Insieme – aggiunge Ierace – abbiamo affrontato il Covid facendo scelte a volte difficili e sofferte, raggiungendo risultati impensabili, anche grazie alla collaborazione delle tante persone che vivono e lavorano ad Ardea. Abbiamo fatto tanto in pochissimo tempo, dirimendo situazioni a volte molto complicate. Non ci siamo mai risparmiati, rispondendo sempre ai cittadini con tutte le nostre forze. Sono stato sempre seguito nelle diverse azioni sul territorio – puntualizza il comandante – ponendomi al fianco delle Istituzioni per l’affermazione della legalità e della sicurezza, intervenendo su tutto ciò che veniva segnalato, lavorando spesso su deleghe della Procura della Repubblica di Velletri a cui va il mio ringraziamento per la fiducia riposta negli oltre quattro anni di lavoro svolto sotto la Sua giurisdizione e direzione, sperando che vi sia ancora occasione di lavorare per i diversi e validi magistrati impegnati su questo difficile territorio complesso e pieno di problematiche ataviche ben strutturate”.

Ringrazio le altre Istituzioni – ci tiene a precisare Ierace – quali i Carabinieri Compagnia di Anzio, Tenenza dei Carabinieri di Ardea, Stazione dei CC di Tor San Lorenzo, Guardia di Finanza Compagnia di Nettuno e Compagnia di Pomezia, Commissariato di PS di Anzio, Capitaneria di Porto di Anzio e Ufficio Locale Marittimo di Torvajanica, nonché tutti i colleghi che in divisa lavorano seriamente sul territorio, senza trascurare la protezione civile del gruppo Airone, tutti i volontari con le diverse associazioni, la ASL RM6 e la CRI coordinamento di Ardea”.

“Ad ogni singolo Agente – conclude il Comandante – nessuno escluso, va il mio saluto ed il ringraziamento per aver reso possibile l’avvio di un progetto di Sicurezza Urbana Integrata solido che, se portato a compimento, potrà essere apprezzato in futuro dai cittadini. E proprio a questi ultimi, chiedo di rispettare questa splendida città e questo litorale, dalle infinite potenzialità, troppo spesso soffocate da inspiegabili e sommersi interessi”.

 

  • Articolo di Massimo Catalucci