Polizia Locale, incessante lavoro per il ripristino della legalità ad Ardea: controlli, sanzioni e 4 ordinanze di chiusura attività

124

(Meridiananotizie) Ardea, 25 febbraio 2021 – Ardea, la Polizia Locale rutula prosegue le sue attività di controllo senza sosta su tutto il territorio e passa al setaccio le attività commerciali di Ardea.

Quattro le attività controllate prive dei requisiti per il rilascio delle autorizzazioni.

I controlli eseguiti dai Caschi Bianchi di Via Laurentina diretti dal Comandante Dr. Sergio Ierace ha portato all’emissione da parte dell’ufficio commercio di 4 ordinanze di chiusura a firma dell’ing. Emanuele Calcagni.

I controlli eseguiti che hanno portato alla pubblicazione in albo pretorio delle quattro ordinanze di chiusura sono state emesse a carico di una attività di noleggio auto e moto posizionata su Via Severiana; una attività di ristorazione in via Lecce; una attività di commercio all’ingrosso di pellet e prodotti per animali situata su via Laurentina e una lavanderia esistente su via Ovile della Castagnetta.

Le attività eseguite dagli uomini e dalle donne della Polizia Locale di Ardea sulla attività di noleggio auto e moto, dava modo di accertare l’assenza del titolo abilitativo, del certificato di agibilità dei locali oltre a verificare che l’esercizio dell’attività ricadeva in un’area del territorio del comune di Ardea Gravata da Uso civico, ed in zona agricola soggetta a vincolo paesaggistico. A carico della predetta attività veniva elevata una sanzione amministrativa per aver installato insegne e cartelli pubblicitari senza la prescritta autorizzazione. Per quest’attività l’ing. Emanuele Calcagni ha ordinato “la cessazione immediata dell’attività Commerciale di noleggio auto e moto anche online”; sull’esercizio veniva emessa ordinanza dirigenziale n.22 del 18 febbraio 2021.

Analoga attività veniva svolta sull’attività di commercio all’ingrosso di pellet e prodotti per animali: dove veniva accertata la mancanza del certificato di agibilità dei locali, del titolo abilitativo e anche qui l’installazione di insegne e cartelli pubblicitari senza autorizzazione. L’attività ricadeva sempre in un’area del comune di Ardea gravata da uso civico ed in una zona soggetta a vincolo paesaggistico.

L’attività di ristorazione di via Lecce, non aveva invece i requisiti minimi indispensabili, dell’agibilità e non aveva la destinazione d’uso dei locali, oltre a non essere in possesso del certificato di agibilità. Tale esercizio veniva colpito dall’ordinanza n.27 del 18 febbraio 2021.

La lavanderia, già più volte oggetto di controllo, veniva trovata aperta nonostante fosse priva del titolo abilitativo e di Scia di subingresso. A carico della stessa veniva quindi emessa ordinanza n.26 del 18 febbraio 2021.

Per tali attività sarà comunque possibile presentare ricorso entro 60 giorni dalla notifica del provvedimento al TAR del Lazio oppure entro 120 giorni dalla notifica del provvedimento al Presidente della Repubblica.

L’attività della Polizia Locale prosegue con un approfondito studio delle situazioni critiche del territorio dove saranno intraprese le attività previste dalla vigente normativa per il ripristino ad Ardea della legalità.

Articolo precedenteGoverno Draghi, ecco la squadra dei 39 tra viceministri e sottosegretari
Articolo successivoGoverno. Barbara Cittadini (Aiop): “Buon lavoro alla nuova squadra dell’Esecutivo. Ora rilancio Paese”