Rifiuti: Benvenuti (ex Presidente Ama-FI), con la Raggi RD cresce solo del 2%, ennesimo flop

140

 (MeridianaNotizie) – Roma, 7 Marzo 2021 – I risultati scaturiti dall’amministrazione guidata dalla Sindaca Raggi sulla gestione dei rifiuti nella Capitale  sono scontertanti, la raccolta differenziata in 5 anni è aumentata solo del 2% ed in forte ritardo si è giunti, dopo tre anni, all’approvazione dei  bilanci dal 2017 al 2019. Ennesima netta bocciatura nel trattamento e nella gestione dei rifiuti nella Capitale.

 E’ quanto dichiara Piergiorgio Benvenuti, ex Presidente di AMA ed ora Responsabile della Consulta Ambiente di Forza Italia a Roma e portavoce del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.  

 “Altro che  la chiusura del ciclo dei rifiuti, l’aumento della percentuale di differenziata e della tariffazione puntuale,  come la Sindaca Raggi aveva garantito in campagna elettorale. Il modello 5Stelle sui rifiuti applicato a Roma è stato un fallimento, pura demagogia. Sta di fatto che si sta vanificando il grande lavoro che era stato realizzato in passato e programmato per il futuro dall’amministrazione di centro-destra che ha di fatto scritto la migliore pagina “green” in tema di gestione dei rifiuti a Roma.”

“Aver raggiunto a fine dicembre del 2012 lo storico traguardo del 30% di RD a livello di percentuale, ha collocato Roma nel gruppo di testa fra le grandi citta’ europee superando Parigi, Bruxelles e Madrid. Partendo dal 22% di agosto 2011, per poi aver raggiunto poco meno del 40% a fine dicembre del 2013, consentendo di superare per percentuale le principali citta’ del Vecchio Continente con l’eccezione di Monaco di Baviera, con un programma di pulizia della citta’, di decoro, di interventi straordinari di ben altro livello qualitativo e quantitativo.”

“Ad oggi intanto  i cassonetti proseguono a non essere svuotati a cadenza regolare, dei 2.500 mezzi a disposizione di Ama,  sarebbero  funzionanti solamente il 55%, poco più della metà. Mezzi fortemente inquinanti, gli impianti  in totale affanno e senza alcuna progettazione per realizzarne di nuovi,  i centri di trasferenza neanche l’ombra , lo stesso numero di isole Ecologiche del periodo 2011-2013. Ormai si è certificato  il  flop che sta vivendo oggi la Capitale  in tema di gestione dei  rifiuti  -conclude Benvenuti- con la necessità per il prossimo futuro di una nuova e competente amministrazione in tema di gestione e programmazione”.

Articolo precedenteSerie A, Juve-Lazio. Biancocelesti come contro l’Inter, fanno la gara, vanno anche in vantaggio ma perdono in rimonta 3 a 1
Articolo successivo8 Marzo, le iniziative del Comune di Lanuvio