Regione Lazio: Giannini (Lega), da M5s spregiudicata brama di potere e poltrone

0
47
(MeridianaNotizie) Roma, 15 marzo 2021 – “Siamo di fronte a una spregiudicata brama di potere unita a un profondo disprezzo per la volonta’ dell’elettorato che, ricordiamolo, ha relegato Roberta Lombardi alle spalle di Zingaretti e Parisi alle scorse elezioni regionali. Questo l’umiliante traguardo raggiunto dal Movimento 5 stelle: ridursi ad appendice decorativa del Partito democratico per due miserabili poltrone”. Lo dichiara in una nota Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega. “Altro che transizione ecologica, qui siamo di fronte a una transumanza ideologica, una scelta perpetrata ai danni degli elettori e degli stessi scritti del Movimento 5 stelle che tre anni fa scelsero la Lombardi alle primarie online, proprio per sfidare Zingaretti contro il quale lei si era battuta e a cui ora si consegna senza pudore.I Cinquestelle – continua Daniele Giannini – dimostrano di essere non soltanto dei traditori del mandato popolare, ma dei personaggi in cerca d’autore senza spina dorsale, inaffidabili saltimbanchi che, dietro la retorica del pragmatismo, bramano potere e poltrone. ‘Andra’ tutto bene’ e’ stato lo slogan che andava per la maggiore un anno fa. Uno slogan sciagurato non soltanto per l’Italia ma anche per questa Regione, che e’ passata, con vergognosa disinvoltura, dal ‘patto d’aula’ all’alleanza giallorossa. ‘Andra’ tutto bene’ soltanto quando la parola passera’ ai cittadini che puniranno chi li ha ingannati e si sbarazzera’ finalmente di voi”, conclude il consigliere regionale della Lega