ALIS incontra il Ministro della Transizione Ecologica, il Prof. Roberto Cingolani

91

Guido Grimaldi: “Un incontro molto concreto con il Ministro, che ha mostrato massima attenzione nei confronti della crescita sostenibile del Sistema Paese attraverso il trasporto e la logistica”

(MeridianaNotizie) Roma, 7 aprile 2021 – “L’incontro di ALIS con il Ministro della Transizione Ecologica Prof. Roberto Cingolani, al quale è stato consegnato un documento contenente l’impegno e le proposte associative per la crescita sostenibile del Sistema Paese attraverso il trasporto e la logistica, rappresenta un momento molto importante per la nostra Associazione, che pone da sempre la sostenibilità e la responsabilità ambientale al primo posto del proprio programma e della propria azione”.

Così il Presidente di ALIS Guido Grimaldi commenta l’incontro istituzionale tenutosi con il Ministro della Transizione Ecologica Prof. Roberto Cingolani, insieme ad Emanuele Grimaldi, Amministratore Delegato del Gruppo Grimaldi – socio fondatore dell’Associazione – e a Marcello Di Caterina, Vicepresidente e Direttore Generale di ALISA

Attraverso il PNRR il nostro Paese sarà sempre più in prima linea per promuovere una sensibilità green ed una rapida transizione ecologica e digitale, che contribuiranno a far raggiungere gli obiettivi sociali ed economici di medio e lungo periodo. Pur ritenendo quindi essenziali per il sostegno al trasporto e alla logistica molte misure contenute nelle Missioni 1, 2 e 3 del Piano, – prosegue Guido Grimaldi – si è trovata una grande armonia su ulteriori importanti obiettivi legati alla decarbonizzazione e si è discusso di ulteriori azioni specifiche per l’intermodalità, ad esempio rendendo strutturali ed aumentando le dotazioni finanziarie del Marebonus e del Ferrobonus, così come potenziando le Autostrade del Mare e gli interventi infrastrutturali sull’ultimo miglio; dell’istituzione di un fondo volto al rinnovo del parco circolante delle aziende di autotrasporto italiane; di incentivi per l’ammodernamento del sistema ferroviario esistente; dello sviluppo di una Logistica 4.0 e di progetti di trasferimento tecnologico attraverso una costante interazione con Università e centri di ricerca”.

Oltre poi ad un maggior efficientamento energetico della rete portuale ed interportuale, in tema di rivoluzione verde ALIS ha proposto anche una strategia chiara sul fronte degli investimenti in infrastrutture dedicate nonché su quello industriale della produzione, distribuzione ed accessibilità all’idrogeno e al bio-LNG, così come l’aggiornamento e la semplificazione del Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC)”.

Abbiamo avuto con il Ministro Cingolani un colloquio diretto e molto concreto, nel quale abbiamo avuto modo di apprezzare il suo pragmatismo e la sua competenza ma anche la sua sensibilità nei confronti del trasporto e della logistica e dei benefici che il rilancio di questo settore apporterà sempre più alla crescita sostenibile dell’Italia e di tutta Europa. Riponiamo inoltre massima fiducia – conclude Guido Grimaldi – nell’operato del Comitato interministeriale per la Transizione Ecologica, che ci auguriamo possa confrontarsi in modo costante con le realtà associative come ALIS, al fine di rispondere pienamente alla forte esigenza di coordinamento programmatico avvertita dal trasporto e dalla logistica sostenibile e da tutti i settori produttivi interessati dai processi legati all’economia circolare, alla trasformazione energetica e alla riduzione delle emissioni inquinanti”.

Articolo precedenteMorto operaio a Velletri. Paolo Capone, Leader UGL: “Necessaria una maggiore cultura sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”
Articolo successivoCultura, Radini Tedeschi: gli Uffizi non rincorrano a tutti i costi le masse