Lanuvio, Dal Comune azioni concrete di rilancio del Centro Storico

59

LANUVIO, DAL COMUNE AZIONI CONCRETE DI RILANCIO DEL CENTRO STORICO

(MeridianaNotizie) Roma, 30 aprile 2021 – Il Consiglio Comunale di Lanuvio ha dato oggi il via libera ad una serie iniziative tese a rilanciare il Centro Storico, duramente colpito dall’emergenza Pandemica ancora in corso. L’Assise Lanuvina ha deciso di agevolare cittadini e imprese del Centro Storico approvando un pacchetto di misure che riguardano IMU, TARIP e Concessioni del Suolo Pubblico. Nel dettaglio:

AGEVOLAZIONI IMU PER SOSTENERE GLI AFFITTI DESTINATE A PROPRIETARI E CONDUTTORI DEL CENTRO STORICO

1.      Il Consiglio Comunale di Lanuvio ha approvato un’aliquota agevolata dell’Imposta municipale propria (ex L. 160/2019) a favore dei possessori di immobili accatastati:

 

–         in categoria C1 “locali commerciali”

–         C3 “laboratori per arti e mestieri”

–        A10 “uffici e studi privati”, locati a soggetti che esercitano attività di impresa, a condizione che il possessore riduca il canone di locazione in essere.  L’ aliquota agevolata è modulata in questi termini:

i.                 Riduzione del canone di locazione del 50% o superiore: aliquota Imu da applicare per l’anno 2021 pari a 0,00 ‰

ii.                Riduzione del canone di locazione del 30%: aliquota Imu da applicare per l’anno 2021 pari a 2 ‰;

iii.              Riduzione del canone di locazione del 20%: aliquota Imu da applicare per l’anno 2021 pari a 4 ‰;

iv.              Riduzione del canone di locazione del 10%: aliquota Imu da applicare per l’anno 2021 pari a 6 ‰;

 

 

La misura è attuabile nelle seguenti aree inserite o prospicenti al Centro Storico Cittadino: Via Alcide De Gasperi, Via Antonino Pio, Piazza Arch. Mattei, Via Capocroce, Via Centuripe, Piazza Centuripe, Vicolo Colonna, Piazza del Commercio, Via del torrione, Via della libertà, Via Elio Stillone, Via Giuseppe Garibaldi, Piazza Giuseppe Mazzini, Via Licinio Murena, Via Marcantonio Colonna, Via Marco Aurelio Commodo, Piazza Nicola Valentino, Vicolo P. Latini, Via Roma, Piazza Santa Maria Maggiore, Piazza Santissimi Filippo e Giacomo, Via Stampiglia, Via Sulpicio Quirino, Largo Tempio di Ercole, Piazza Carlo Fontana, Piazza della Maddalena, Largo Vittime di Brescia, Via Cardinal Luigi Trombetta;

 

–        AGEVOLAZIONI TARIP  PER SOSTENERE COMMERCIANTI, ARTIGIANI E OPERATORI DEL CENTRO STORICO

 

Il Consiglio comunale di Lanuvio ha inoltre approvato delle agevolazioni riguardo alla Tassa sui Rifiuti, deliberando:

– la riduzione del 50%, per la durata di n. 1 anno solare, per l’utenza non domestica ubicata nel Centro Storico Cittadino per cui il titolare provvederà, a partire dal 1 gennaio 2021, all’adeguamento dell’insegna di esercizio ai criteri di decoro urbano contenuti nel Regolamento per l’apposizione di mezzi pubblicitari sul territorio comunale approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n. 9 del 5/04/2001 e s.m.i. In deroga al successivo comma 9, il contribuente avrà diritto alla riduzione per l’intero anno solare in cui ha provveduto all’adeguamento dell’insegna anche mediante conguaglio o rimborso delle somme già corrisposte, documentandone l’esecuzione mediante autorizzazione, fattura, regolare pagamento e fotografie.

la riduzione del 50% ,per la durata di n. 3 anni dalla data di apertura dichiarata (comunque non precedente a quella risultante nei pubblici registri), per tutte le nuove attività imprenditoriali che apriranno nel Centro Storico cittadino, qualora rientranti nelle categorie di seguito individuate: artigianato, turismo, servizi alla persona o al cittadino, servizi mirati alla fruizione dei beni culturali e dei servizi ricreativi, commercio al dettaglio (limitatamente ai soli “esercizi” di vicinato”) e servizi di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande al pubblico;

e) la riduzione del 70% per la durata di n. 3 anni dalla data di apertura dichiarata (comunque non precedente a quella risultante nei pubblici registri), per tutte le nuove attività imprenditoriali all’interno del Centro Storico, qualora rientranti nelle categorie di seguito individuate: artigianato, turismo, servizi alla persona o al cittadino, servizi mirati alla fruizione dei beni culturali e dei servizi ricreativi, commercio al dettaglio (limitatamente ai soli “ esercizi di vicinato”)  e servizi di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande al pubblico.

Per usufruire della presente agevolazione le attività dovranno avere almeno uno dei seguenti requisiti aggiuntivi:

i.       Soggetti che promuovono iniziative che animano e rivitalizzano il centro: a tal fine, il soggetto dovrà presentare annualmente, entro il 31 marzo, un progetto per l’organizzazione di eventi a proprie cure e spese (es. degustazioni, mostre, cinema all’aperto, illuminazione artistica, mercati artigianali e di prodotti specifici di eccellenza ecc) che dovrà essere ritenuto idoneo dal Comune al raggiungimento delle finalità perseguite.

ii.      Start up innovative, Co – Working: a tal fine, la caratterizzazione di start-up innovativa dovrà essere regolarmente registrata e documentata. Per l’attività di co-working è richiesto il coinvolgimento di almeno tre soggetti. I requisiti dovranno essere dichiarati annualmente e opportunamente documentati entro il termine di cui all’art. 10.

iii.    Interventi che creano nuova occupazione: al tal fine, il soggetto dovrà documentare l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di almeno due dipendenti. Annualmente, entro i termini di cui all’art. 10, il contribuente dovrà dichiarare e documentare il possesso del requisito.

iv.    Promozione della filiera agroalimentare locale: il soggetto dovrà a tal fine dimostrare l’acquisto, finalizzato alla commercializzazione, di prodotti di produzione locale per un importo di almeno € 6.000,00 annue. Il soggetto dovrà dichiarare e documentare annualmente il possesso del requisito entro il termine di cui all’art. 10.

 

La misura è applicabile nel“Centro Storico Cittadino” quello di seguito individuato: Via Alcide De Gasperi, Via Antonino Pio, Piazza Arch. Mattei, Via Capocroce, Via Centuripe, Piazza Centuripe, Vicolo Colonna, Piazza del Commercio, Via del torrione, Via della libertà, Via Elio Stillone, Via Giuseppe Garibaldi, Piazza Giuseppe Mazzini, Via Licinio Murena, Via Marcantonio Colonna, Via Marco Aurelio Commodo, Piazza Nicola Valentino, Vicolo P. Latini, Via Roma, Piazza Santa Maria Maggiore, Piazza Santissimi Filippo e Giacomo, Via Stampiglia, Via Sulpicio Quirino, Largo Tempio di Ercole, Piazza Carlo Fontana, Piazza della Maddalena, Largo Vittime di Brescia, Via Cardinal Luigi Trombetta;

 

 

2.      Di approvare, per l’anno 2021, una riduzione del 30% per tutte le utenze non domestiche ubicate nel Centro Storico cittadino, come sopra individuato, ad esclusione degli immobili ricadenti in cat. 3 “Autorimesse e magazzini senza vendita diretta”;

 

–        MISURE DI AGEVOLAZIONI PER LA CONCESSIONE DEL SUOLO PUBBLICO ( RIDOTTE LE SPESE DEL 50%)

 

Il Consiglio Comunale ha infine approvato un’agevolazione del Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria riducendo del 50% le spese per le occupazioni di suolo pubblico realizzate nel Centro Storico cittadino. Queste le vie interessate: Via Alcide De Gasperi, Via Antonino Pio, Piazza Arch. Mattei, Via Capocroce, Via Centuripe, Piazza Centuripe, Vicolo Colonna, Piazza del Commercio, Via del torrione, Via della libertà, Via Elio Stillone, Via Giuseppe Garibaldi, Piazza Giuseppe Mazzini, Via Licinio Murena, Via Marcantonio Colonna, Via Marco Aurelio Commodo, Piazza Nicola Valentino, Vicolo P. Latini, Via Roma, Piazza Santa Maria Maggiore, Piazza Santissimi Filippo e Giacomo, Via Stampiglia, Via Sulpicio Quirino, Largo Tempio di Ercole, Piazza Carlo Fontana, Piazza della Maddalena, Largo Vittime di Brescia, Via Cardinal Luigi Trombetta. 

Così, in una nota, il Comune di Lanuvio.

Articolo precedenteCovid. Regimenti (Lega): “Ampliare offerta test per rilanciare turismo ed evitare discriminazioni”
Articolo successivoArdea, il sindaco replica a Fdi: “Sui rom delle Salzare attacco ignobile”