Nemi, il Comune abbassa la Tari

30
(MeridianaNotizie) Nemi, 30 giugno 2021 – Grazie all’alta percentuale di raccolta differenziata l’Amministrazione Bertucci  approva in Consiglio Comunale il nuovo P.E.F. e l’abbassamento della tariffa per la raccolta rifiuti urbani.
Nemi 30/06 – Un grande risultato per le famiglie e le imprese ricadenti nel Comune di Nemi che per l’anno 2021 si vedranno ridotta la tassa sui rifiuti.
Alla percentuale di abbattimento dovuto grazie gli ottimi risultati della raccolta differenziata si aggiunge il contributo dello Stato riservato alle attività commerciali rimaste chiuse nel periodo di lockdown.
Secondo la normativa le nuove tariffe devono essere composte da una serie di fattori: parte fissa, parte variabile, mq, numero di residenti, tipologia merceologica ecc.
Per le utenze domestiche la diminuzione sarà tra il 6% e il 9% mentre per le utenze commerciali la diminuzione sarà tra il 25% e il 35%. Questo è certamente un abbassamento della tariffa molto importante in un periodo di sofferenze dell’attività commerciali e delle imprese.
Il nuovo PEF prevede il potenziamento del servizio di raccolta differenziata attraverso il recupero di altre frazioni di materiali provenienti dall’attività domestica come la raccolta delle pile esauste, dei medicinali scaduti e soprattutto la raccolta dell’olio esausto domestico molto inquinante se sversato nel lavandino.
Sono estremamente soddisfatto – dichiara il Sindaco di Nemi Alberto Bertucci – di aver centrato due obiettivi strategici per la nostra comunità: l’avvio della raccolta differenziata porta a porta sull’intero territorio comunale e l’abbassamento della tassa sui rifiuti per le famiglie e le attività commerciali. Con rammarico e tristezza – conclude il primo cittadino Bertucci – evidenziamo come una parte dell’opposizione abbia votato contro l’abbassamento della tariffa TARI e addirittura un’altra parte dell’opposizione, pur chiedendo continuamente il consiglio online,  non si sia volutamente collegata.
Articolo precedenteRIFIUTI, MARITATO-LEONARDI(AT): “BASTA SCARICABARILE. AGIRE SU EMERGENZA”
Articolo successivo Infortuni sul lavoro. UGL chiede incontro con il Presidente della Regione Lazio per dire basta alle morti bianche