SPETTACOLO DAL VIVO; ZINGARETTI: “SOSTENIAMO OFFICINE CULTURALI E DI TEATRO SOCIALE PER PORTARE LA CULTURA IN OGNI ANGOLO DEL LAZIO

22

 SPETTACOLO DAL VIVO; ZINGARETTI: “SOSTENIAMO OFFICINE CULTURALI E DI TEATRO SOCIALE PER PORTARE LA CULTURA IN OGNI ANGOLO DEL LAZIO”

“Il rafforzamento del senso di comunità e la coesione sociale passano anche attraverso tutte quelle azioni messe in campo per l’incremento e il riequilibrio dell’offerta culturale su tutto il territorio. Per questo, sono felice di annunciare la pubblicazione oggi del nuovo Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di officine culturali e officine di teatro sociale sul territorio regionale che vede, per la prima annualità 2021-2022 un investimento da parte della Regione di 200 mila euro”, così ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Un’azione importante con la quale intendiamo finanziare progetti pluriennali di spettacolo dal vivo in grado di creare un legame forte con i territori e le comunità, in particolare in quelle aree della Regione in cui l’offerta culturale è più carente” ha proseguito il Presidente.

Il bando, dunque, punta a finanziare progetti di animazione artistica e culturale, officine culturali, in grado di creare uno stretto rapporto tra le realtà promotrici – associazioni, fondazioni o cooperative –  e il tessuto territoriale così da riequilibrare l’offerta culturale in tutto il Lazio. Le attività messe in campo delle officine dovranno essere volte alla formazione del pubblico e alla crescita della conoscenza tra i cittadini, in particolare tra i più giovani, dei linguaggi propri dello spettacolo dal vivo e delle diverse espressioni artistiche.

I progetti potranno riguardare anche la creazione di officine di teatro sociale che, attraverso attività laboratoriali e formative di teatro, musica e danza siano in grado di prevenire o attenuare il disagio sociale in aree particolarmente critiche, perseguendo finalità sociali, educative, terapeutiche e di integrazione culturale. Le attività dovranno rivolgersi in particolare al mondo giovanile, alla terza età e all’incentivazione della cultura dell’integrazione.

Per le officine culturali, i vincitori potranno ottenere un contributo non superiore ai 30 mila euro per ciascuna annualità mentre per le officine di teatro sociale il sostegno regionale non potrà essere superiore ai 20 mila euro l’anno. In entrambi i casi, il contributo coprirà fino all’80% dei costi ammissibili.

La domanda di partecipazione potrà essere inviata tramite posta elettronica certificata all’indirizzo [email protected], entro e non oltre le ore 23,59 del 22 luglio 2021.

Articolo precedentePasseggiate serali nell’area archeologica dei Fori Imperiali, al via dal 24 giugno
Articolo successivoSanta Maria della Pietà, mercoledì 23 giugno passeggiata di ascolto sulla Centralità urbana