Ardea, Fratelli d’Italia: l’amministrazione comunale ha dimenticato il turismo e tutte le attività dell’indotto

44
(MeridianaNotizie) Ardea, 8 luglio 2021 – La stagione turistica Italiana è ripartita grazie alle riaperture previste dal governo Draghi ed i cittadini Italiani hanno deciso di rimanere fortunatamente in Italia.
Le loro vacanze Italiane saranno un primo passo del rilancio economico del settore turistico nazionale.
Ma “cosa ha fatto” l’amministrazione Comunale di Ardea originariamente M5S, ad oggi M5S e PD, per rilanciare la cittadina turistico balneare?
Nulla praticamente il nulla assoluto, un’assenza di programmazione e strategia hanno portato oggi al nostro territorio con una importante e fortissima vocazione turistica a registrare nessun cambiamento dal 2017.
Eppure pensandoci bene qualcosa è stato fatto, cioè riportare una discarica abusiva ed un centro raccolta rifiuti ingombranti e sfalci-potature proprio di fronte agli scavi archeologici di “Castrum Inui”. Discariche abusive che oltre a non essere state mai rimosse dall’amministrazione comunale, si trasformano spesso in roghi dolosi con dispersione di diossina.
Per non parlare della manutenzione stradale che è ormai ai minimi storici e ciò rende Ardea una cittadina nota anche per le sue “buche” ed il suo limite di velocità di 30 km/h.
Riportiamo di seguito alcuni passaggi del programma elettorale del M5S di Ardea:
“È fondamentale recuperare, valorizzare e sviluppare questa tendenza che, se, adeguatamente utilizzata, può sicuramente considerarsi fonte di sostentamento per l’intera comunità, oltre che biglietto da visita della città.
• Consentire l’ingresso della Città in una rete più ampia di soggetti operanti nel campo del turismo, sia a livello nazionale sia internazionale, sfruttando sinergie già esistenti e implementandone di nuove. Ciò permetterà di valorizzare il patrimonio storico – archeologico – artistico – culturale con conseguenti ricadute in ambito di sviluppo economico e professionale.
• Realizzare un lungo mare che senza soluzione di continuità unisca il litorale di Ardea a quello dei comuni limitrofi in un quadro più ampio di coordinamento delle attività ricettive e turistiche.”
Dal 2017 ad oggi tutto è rimasto nel loro spot elettorale completamente disatteso come è stato disatteso il Programma elettorale Nazionale.
Prendiamo atto del fatto che nessun imprenditore avrebbe mai investito su un progetto di sviluppo turistico con interlocutori politici privi di un programma di riqualificazione e valorizzazione del territorio. “Nessuna garanzia e strategia genera nessun investimento”.
Il turismo nel 2021, secondo le elaborazioni Istat, rappresenta un valore aggiunto, genera grazie attività turistiche Italiane, un ammontare di oltre 90 miliardi di euro l’anno, circa il 6 per cento del Pil. Se si considerano poi tutte le altre attività dell’indotto, questa percentuale si raddoppia, passando al 13 per cento del Pi.
Occasione persa per i cittadini e per tutte le attività turistiche e commerciali che oltre alla beffa della pandemia hanno visto con i loro occhi come l’incapacità della politica M5S e PD di Ardea abbia ampliato i danni della crisi economica e dell’assenza di una programmazione turistica.
Articolo precedenteRoma, carabinieri smantellano associazione per delinquere finalizzata alle truffe, rapine e furti aggravati
Articolo successivoRegione Lazio, Blasi (M5S) su risorse idriche: agire contro la dispersione delle acque e ridurre livello di arsenico