Colosseo e Fori Imperiali, 2 ladri in manette. Sanzionati anche dai carabinieri 5 venditori ambulanti abusivi

22

(MeridianaNotizie) Roma, 26 luglio 2021 – Proseguono su tutto il territorio della Capitale le attività di controllo preventivo messe in campo dai Carabinieri, finalizzate ad arginare i fenomeni di illegalità diffusa, abusivismo o degrado.

Nella zona turistica compresa tra piazza Venezia, via dei Fori Imperiali e Colosseo, i Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia hanno sanzionato 5 persone – 4 cittadini del Bangladesh e un cittadino del Pakistan – sorpresi in strada a vendere merce senza la prevista autorizzazione. I militari hanno sequestrato decine di bottigliette d’acqua che i venditori stavano proponendo a passanti e turisti. Nei loro confronti sono scattate le previste sanzioni amministrative per un totale di 24.500 euro.

Una particolare attenzione è stata posta anche al fenomeno dei furti ai danni dei viaggiatori in visita nella Capitale. I Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia, nel corso di uno degli specifici servizi, svolti anche in abiti civili, hanno arrestato due cittadini cubani di 28 e 31 anni, con precedenti, nella Capitale senza fissa dimora. I “soci” sono stati bloccati subito dopo essere riusciti a rubare una borsa contenente carte di credito e documenti di una turista svizzera. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita alla legittima proprietaria, mentre gli arrestati sono trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

Al Pigneto, la scorsa sera, i Carabinieri hanno messo in atto un vasto dispositivo di controllo della zona, cuore pulsante della movida della Capitale.

Alle attività hanno preso parte decine di Carabinieri delle Compagnia Roma piazza Dante, Roma EUR, Roma Trionfale, Roma Montesacro e Roma Parioli, che hanno passato al setaccio il quartiere, sorvegliando i frequentatori in cerca di sano divertimento e tenendo d’occhio eventuali movimenti sospetti. In totale, sono state controllate 90 persone e una cinquantina di veicoli.

Un pusher è caduto nella rete stesa dai militari: l’uomo, un cittadino nigeriano di 43 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti specifici, è stato sorpreso dai militari lungo la Circonvallazione Casilina mente stava cedendo degli inconfondibili involucri ad un suo “cliente”. Bloccata la trattativa, i Carabinieri hanno fatto scattare una perquisizione, trovando il 43enne in possesso di un paio di grammi di cocaina e di 12 gr. di eroina già suddivisi in dosi singole. L’acquirente è stato identificato ed è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di droghe, mentre lo spacciatore è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

Articolo precedentePomezia, raccolta differenziata: la campagna RiciclaEstate di Legambiente fa tappa a Torvaianica
Articolo successivoFisco. Paolo Capone, Leader UGL: “Ridurre cuneo fiscale sul lavoro per favorire le assunzioni”