A Ronciglione il “botta e risposta” teatrale fra Vesuvio e Cupolone

29

A Ronciglione il “botta e risposta” teatrale fra Vesuvio e Cupolone

Continua senza soluzione di continuità la rassegna “I viaggi dell’arte dell’estate ronciglionese”, in programma al parco comunale “don Pacifico Chiricozzi” di Ronciglione. Sabato 31 luglio alle 21 e 30 va in scena “Dal Vesuvio al Cupolone”, uno spettacolo che ha la regia di Gino Auriuso e che sarà completamente accompagnato da musica dal vivo. Sul palco due attori con il vernacolo nel sangue, due mondi diversi e paralleli come il teatro romano e quello napoletano; l’avanspettacolo e il varietà per uno spettacolo unico e coinvolgente. Gino Auriuso e Sandro Scapicchio interpretano il repertorio di Petrolini, Viviani, Taranto, Totò; sonetti di Trilussa, Eduardo De Filippo e del Belli. I due interpreti si fondono in un incontro teatrale dove le migliori sfumature della romanità e la coinvolgente energia partenopea la fanno da padrone dando vita ad una dirompente comicità tipica del repertorio dei due attori in scena.

Il festival ronciglionese andrà avanti fino al 28 agosto ed è promosso e organizzato dell’associazione culturale “Artenova” e dal Comune di Ronciglione con il prestigioso sostegno del MiC (Ministero della Cultura), che ha annoverato i “Viaggi dell’Arte” tra i festival di rilevanza nazionale. Il cartellone è ricco di spettacoli e personaggi, i generi e i contenuti variano per soddisfare i gusti e le esigenze di un pubblico eterogeneo e per regalare a tutti forti emozioni. In totale, dodici spettacoli diversi da non perdere.

Articolo precedentePil Italia. Moreno Zani (Presidente Tendercapital): “Stime FMI incoraggianti, l’Italia cresce più della Germania”
Articolo successivoROMA, MARITATO(LEGA): “SI A TAXI SU FORI IMPERIALI” “Siamo assolutamente d’accordo con la proposta e la riflessione del candidato sindaco per il centrodestra, Enrico Michetti: non consentire ai taxi di circolare su via dei Fori Imperiali significa penalizzare un’intero comparto già duramente colpito da un anno e mezzo di emergenza pandemica. La capitale d’Italia, infatti, non ha bisogno di ulteriori blocchi, ma di azioni di rilancio e ripartenza. In questo contesto, dunque, la categoria dei taxi svolge una fondamentale e importante attività di pubblico esercizio e ci auguriamo che siano messi in condizione di poter operare al meglio. Sopratutto in una città con grande vocazione turistica, quale Roma è”. Così, in una nota, il candidato al consiglio comunale di Roma Capitale nella lista della Lega, Michel Emi Maritato.