CAREER DAY E MENSE ECOSOSTENIBILI: LE NOVITA’ NEL LAZIO

27

CAREER DAY E MENSE ECOSOSTENIBILI: LE NOVITA’ NEL LAZIO

(MeridianaNotizie) Roma, 7 settembre 2021 – Ritorna “Passepartout”, il Career Day della Regione Lazio per trovare uno sbocco occupazionale ai giovani del territorio. La scorsa edizione del Job Day Orientati al Futuro – organizzata in luglio dall’assessore Claudio Di Berardino, legato a Lavoro e Formazione dal governatore Nicola Zingaretti – ha visto la partecipazione di circa 800 partecipanti che hanno potuto incontrare le 75 aziende alla ricerca di personale. Il prossimo 22 e 23 settembre, forti di questi numeri, Regione Lazio e DiSCo (l’ente regionale per il diritto allo studio e alla conoscenza presieduto da Alessio Pontillo), con Porta Futuro e in collaborazione con Monster, organizzano la seconda edizione di “Passepartout” presso la nuova sede Porta Futuro Lazio di Valmontone, inaugurata il maggio scorso e situata nella splendida location di Palazzo Doria Panphilj.

Il Career Day è gratuito ed è rivolto ai cittadini in cerca di lavoro e alle aziende alla ricerca di personale. L’obiettivo dell’iniziativa è far incontrare domanda e offerta di lavoro e sviluppare le competenze occupazionali dei cittadini del Lazio. Ad oggi sono già 30 le aziende che hanno aderito all’iniziativa e si preparano a incontrare i candidati.

Partecipare è semplice: tramite il sito portafuturolazio.it i cittadini possono già candidarsi a una o più opportunità di lavoro e coloro che hanno un profilo professionale in linea con quelli ricercati dalle imprese avranno la possibilità di svolgere i colloqui finali di selezione, che verranno realizzati durante l’evento, nel rispetto delle norme anti-Covid, presso gli stand di ciascuna azienda partecipante.

L’importanza dell’iniziativa conferma Porta Futuro Lazio quale servizio di eccellenza, già conosciuto a livello nazionale ed europeo, oltre che da 130mila cittadini che complessivamente hanno beneficiato dei servizi offerti, tra i quali spiccano lo sviluppo delle competenze e l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

La seconda edizione di “Passepartout” non è la sola novità di DiSCo Lazio. L’impegno della Regione nella sostenibilità ambientale prosegue infatti nel miglioramento dei servizi per il diritto allo studio. In particolare le mense universitarie, che riapriranno il prossimo 15 settembre e alle quali si potrà accedere esibendo il Green pass e un documenti d’identità come da normativa nazionale, oltre ai miglioramenti legati al risparmio energetico adottati negli ultimi anni e all’adozione dei Criteri Ambientali Minimi (come ad esempio l’utilizzo di prodotti a chilometro zero), da quest’anno useranno posate, stoviglie e bicchieri riutilizzabili in ceramica, vetro, metallo e altri materiali ecosostenibili. Innovazioni che non comporteranno alcun supplemento di costo a carico degli studenti e che diminuiranno ancor più l’impatto ambientale dei servizi. Sono circa un milione l’anno i pasti serviti nelle mense universitarie della Regione Lazio nel periodo pre-pandemia, numeri ai quali so potrebbe tornare grazie alla qualità del servizio e alla campagna vaccinale.

Articolo precedenteG20 Salute. Cittadini (Aiop): “Valorizzare partnership pubblico-privato per sanità più efficace”
Articolo successivoTV: torna X-Style, il magazine settimanale di Canale 5. Al timone Giorgia Venturini