LANUVIO: PRESENTATO IL PROGETTO PER IL NUOVO CAVALCAFERROVIA

93

 

LANUVIO: PRESENTATO IL PROGETTO PER IL NUOVO CAVALCAFERROVIA

Davanti a una platea gremita e partecipata si è svolta la conferenza di presentazione del progetto che prevede l’allargamento del ponte della Stazione di Lanuvio. Un vero e proprio evento visto che i cittadini attendono la realizzazione dell’opera da 70 anni. Oltre all’amministrazione comunale, rappresentata dal Sindaco Luigi Galieti e dal Vice Sindaco – Consigliere metropolitano Andrea Volpi, hanno partecipato Giovanni Libanori, consigliere Città Metropolitana Di Roma Capitale; Maria Teresa Zotta, vicesindaco Città Metropolitana Di Roma Capitale e due tecnici: il Responsabile Unico del Procedimento l’ingegner Andrea Ruggeri e il direttore del dipartimento II “Mobilità e viabilità” l’ingegner Giuseppe Esposito.

L’opera era stata pensata dalla ex Provincia di Roma ma il progetto fu sospeso a causa del vincolo imposto dal patto di stabilità. Con il trascorrere del tempo le somme sono state prima ferme e poi successivamente definanziate. Nel corso della presentazione del progetto la Vice Sindaca Zotta ha comunicato all’amministrazione che in funzione di un finanziamento arrivato alla Città Metropolitana di Roma Capitale da parte del Ministero delle infrastrutture la somma destinata alla realizzazione dell’opera è passata dagli iniziali 685mila € a 800mila €, consentendo così un maggiore impiego di risorse.

“Sono estremamente soddisfatto dell’obiettivo raggiunto in Consiglio Metropolitano rispetto alla realizzazione del ponte della stazione di Lanuvio” – commenta Andrea Volpi promotore dell’emendamento che ha reso possibile il finanziamento dell’opera.

“Ci tengo a ringraziare i colleghi che in consiglio hanno supportato la mia proposta e su tutti il Vice Sindaco Zotta perché senza la collaborazione istituzionale con le altre forze politiche non sarebbe stato possibile portare a casa un’opera pubblica che per Lanuvio potremmo definire epocale.

Il ponte, atteso da più di settant’anni, è importante per diversi motivi: per rendere più sicura la viabilità, per il transito dei mezzi di soccorso verso l’ospedale dei Castelli Romani, perché è coerente e concomitante con l’approvazione della nuova pianificazione urbanistica in località Piammarano e perché, grazie a quest’opera, sarà possibile connettere in maniera più rapida, anche a livello pedonale, la zona della stazione con la zona del consorzio Passo della Corte.

“Dopo l’iter politico partito da lontano con un primo ordine del giorno per sancire l’accordo politico che ha portato all’approvazione dell’emendamento al bilancio del consiglio metropolitano, finalmente – continua Volpi – potremo iniziare l’iter amministrativo e burocratico che porterà, una volta ottenuti i pareri della Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e del Genio Civile, all’indizione della gara d’appalto e all’affidamento dei lavori. Non sarà semplice stabilire i tempi della burocrazia, ma d’accordo con i tecnici della Città metropolitana riteniamo che entro il 2022 potremmo vedere l’opera realizzata. Anche in questa occasione – conclude il Vice Sindaco di Lanuvio – cercheremo di rendere
partecipi i cittadini dello svolgimento dell’iter informandoli passo dopo passo”.

Articolo precedenteDati Istat. Paolo Capone, Leader UGL: “Folle l’ipotesi della patrimoniale. Necessario dare liquidità a lavoratori e imprese”
Articolo successivoNettuno. Volontari in spiaggia a Torre Astura per l’evento nazionale plasticfree