Sostenibilità. D’Elia (Studio Speri): “Stazione Q8 di Paderno Dugnano eccellenza europea ed esempio di innovazione tecnologica”

51

Sostenibilità. D’Elia (Studio Speri): “Stazione Q8 di Paderno Dugnano eccellenza europea ed esempio di innovazione tecnologica”

(MeridianaNotizie) Roma, 29 settembre 2021 – “Sostenibilità ambientale e innovazione tecnologica sono le chiavi che aprono alla mobilità del futuro, che dovrà soddisfare le nuove esigenze di sicurezza e garantire un alto livello qualitativo dei servizi offerti ai cittadini. Questi obiettivi passano attraverso il miglioramento reale delle condizioni energetiche delle strutture. Un esempio significativo, al riguardo, è la stazione di servizio della Q8 a Paderno Dugnano, lungo la superstrada Milano-Meda, che come Studio Speri ci ha visti impegnati nella progettazione strutturale dell’edificio e modellazione tridimensionale con metodologia BIM, Building Information Modeling, per ottimizzare i risultati”. Lo dichiara Domenico D’Elia, Direttore della sede di Milano di Speri, Studio che da cinquant’anni si occupa di ingegneria e architettura, specializzato nell’ambito hospitality, dall’advisory alla consulenza nella progettazione e costruzione.

“Che sia necessario e urgente accelerare su questi fronti è emerso anche dal Rapporto annuale dell’ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, presentato al festival dello Sviluppo Sostenibile” sottolinea D’Elia, che aggiunge: “Bisogna affrontare con intelligenza e determinazione le sfide del futuro, mettendo in pratica idee, capacità professionale, progettazione, in un’ottica di crescita e sviluppo che abbia nel concetto di transizione energetica il fulcro operativo del cambiamento sociale ed economico”.

“L’impianto di Paderno Dugnano – spiega D’Elia – è all’avanguardia, in cemento armato, con una copertura complessiva di 2mila metri quadrati e un albero maestro centrale di 25 metri di altezza, che collega due pensiline a forma di vela triangolare. Un progetto architettonico ispirato alle vele della “Dhow”, la tipica imbarcazione del Kuwait”.

“Si tratta di una eccellenza unica in Europa considerate le peculiarità che la caratterizzano, come l’efficientamento energetico, un innovativo sistema di luci a led con sensori in movimento, l’impiego di materiali riciclabili, pensiline ad elevata riflettenza capaci di sfruttare in maniera ottimale l’energia solare, il recupero delle acque piovane, compressore metano a zero emissioni, l’utilizzo di energie rinnovabili, filtraggio della luce e termoregolazione a zone, una elevata digitalizzazione dei sistemi” conclude.

Articolo precedenteNadef. Paolo Capone, Leader UGL: “Necessaria Manovra espansiva fondata sulle politiche attive del lavoro per far ripartire il Paese”
Articolo successivoPolitica, Lega: Bentornato a Marco Pomarici