All4climate: Cleaning Tour Commissione Europea e AMI, in spiaggia centinaia di persone.

51

 

All4climate: Cleaning Tour Commissione Europea e AMI, in spiaggia centinaia di persone.

C’è Jamy, il cane lupo che raccoglie la plastica.

(MeridianaNotizie) Ladispoli, 4 ottobre 2021 – Ambasciatori, bambini e ragazzi, circoli velici, scuole, genitori, raccolgono sacchi di rifiuti a Ladispoli.Tenuta sportiva per l’Ambasciatore dell’Ungheria in Italia e presenza non confermata per l’Ambasciatore degli Stati Uniti sabato scorso , insieme ad altri addetti di ambasciata, all’operazione di ripulitura spiaggia che si è svolta a san Nicola vicino Roma.
Una tappa Green Tour organizzata dalla Commissione Europea con il braccio operativo AMI Ambiente Mare Italia per una giornata dedicata alla condivisione di buone pratiche per la salvaguardia del mare nell’ambito della campagna dell’Unione europea #EUBeachCleanup 2021.

Tantissimi i partecipanti dalle scuole, di Cerveteri e Ladispoli, bambini e ragazzini, i genitori, i volontari. Presenti la Polizia e la Questura. Il Sindaco di Ladispoli Alessandro Grando ha espresso grande soddisfazione “Passiamo dalle parole ai fatti su temi così all’ordime del giorno come quelli dell’ecosistema e del mare. Un passo in avanti. Si comincia dai piccoli gesti”.

Tutte le generazioni insieme per dare un contributo contro l’inquinamento e in tutela dell’ambiente “della biodiversità, di noi tutti” ha sottolineato il presidente di Ami l’Avvovato Alessandro Botti. La transizione ecologica è innanzitutto la crescita culturale e delle coscienze. Bisogna sensibilizzare le coscienza.

“All4climate” e’ in corso, e gli allarmi rossi per gli impatti del cambiamento del clima si moltiplicano. A parte Greta Thunberg, sono in tanti ad essere preoccupati e a rimboccarsi le maniche per dare un contributo.

Foto di gruppo tutti insieme, anche Jamy il cane lupo testimonial.

” E’ stata addestrata a raccogliere la plastica, abbiamo cominciato per gioco in famiiglia” racconta il proprietario. “Finalmente il futuro per l’umanità” viene detto ai ragazzi dei licei, sportivi e Il comportamento che garantisce il futuro può partire solo da qui.

La pesca un problema tra gli altri per l’abusivismo dei metodi usati: oggi sale sul podio degli osservati speciali.

Perche’ la scogliera davanti la spiaggia di Marina di san Nicola viene trovata piena di oggetti inquinanti lasciati dai pescatori.

Cassette di polistirolo, ami, indumenti personali, plastiche di varie tipo, reti da pesca dismesse: alcuni oggetti incastrati sotto gli scogli e difficili da tirare fuori raccontano alcuni tra i tanti partecipanti alla strana caccia al tesoro. Sacchi e rifiuti da portare via grazie all’accordo col comune di Ladispoli.

In spiaggia mucchi di mozziconi di sigaretta e plastiche di vario tipo insieme alle conchiglie che una bimba piccola raccogle per sbaglio. “Guarda che quelle le devi lasciare”.

Francese e inglese, si sente parlare in varie lingue. Tutti insieme, con entusiasmo.

L’impegno dell’Unione europea nella salvaguardia dell’ambiente marino, minacciato in particolare dall’inquinamento da materiali plastici. Ridurre il consumo di plastica monouso, aumentare la quota di riciclo dei rifiuti e promuovere una rapida transizione verso un’economia circolare sono questioni urgenti, che la Commissione europea ha posto tra le priorità della propria agenda politica, cita il comunicato ufficiale.

Italian Cleaning Tour di Ambiente Mare Italia è un viaggio di impegno civile e sensibilizzazione che l’Associazione ha programmato nei mesi da ottobre 2021 a maggio 2022 e che toccherà moltissime spiagge, parchi cittadini, greti dei fiumi, laghi e lagune in tante regioni italiane, da Milano a Firenze, da Pescara a Taranto e in tante altre città.

Salvaguardare la biodiversità, ridurre il consumo di plastica monouso e accelerare la transizione verso un’economia circolare sono tra i temi prioritari dell’Unione europea. In questo contesto, la campagna di sensibilizzazione #EUBeachCleanup pone l’attenzione sull’urgenza di agire per protegge la vita marina tramite azioni concrete, sostenendo l’attivismo a livello globale. Per salvaguardare i nostri mari e i nostri oceani, infatti, è fondamentale stimolare una forte presa di coscienza, promuovendo comportamenti responsabili. Abbiamo più che mai bisogno di agire adesso e raggiungere i cittadini per generare partecipazione individuale e collettiva” sottolinea Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

 

 

 

 

 

Articolo precedenteSAN GALLICANO: LA CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUISCE LA DIGNITA’ DEI PAZIENTI FRAGILI ANCHE DURANTE LA PANDEMIA
Articolo successivoFisco. Paolo Capone, Leader UGL: “Ridurre cuneo fiscale per ridare potere d’acquisto ai lavoratori”