Fiumicino, Colonna: Affido familiare, un esperienza di solidarietà e amore che richiede preparazione

34

(MeridianaNotizie) Fiumicino, 21 ottobre 2021 – “Parte domani e durerà tre giorni il corso di formazione e promozione dell’affidamento familiare organizzato dal Comune di Fiumicino in collaborazione con la Asl RM3 di Roma”. Lo dichiara l’assessora alle Politiche Sociali Alessandra Colonna.

“L’affido familiare, ovvero la possibilità di prendersi cura di bambine e bambini le cui famiglie di origine attraversano un momento di particolare difficoltà – prosegue Colonna – o minori stranieri non accompagnati, è un’esperienza di grande solidarietà a cui spesso coppie e single si approcciano con molto entusiasmo, ma poca formazione”.

“Per questa ragione – spiega ancora l’assessora -, insieme alla Asl RM3 e al nostro Centro famiglia, abbiamo pensato ad un corso di formazione gratuito destinato proprio alle persone che scelgono di intraprendere questa bellissima avventura il cui scopo è permettere a questi piccoli di superare nel modo migliore possibile un periodo complicato per loro e le loro famiglie di origine”.

“Il corso sarà tenuto da assistenti sociali e professionisti in grado di rispondere a tutte le domande e i dubbi che possono sorgere – aggiunge Colonna -. L’inizio è previsto per domani, 22 ottobre, alla Casa della Partecipazione di Maccarese. Abbiamo scelgo delle fasce orarie tali da permettere la partecipazione anche a chi ha impegni di lavoro. Pertanto gli incontri si terranno dalle 18.30 o dalle 19.00 e fino, al massimo, alle 20.30”.

La partecipazione è aperta a coppie e single, anche non residenti nel Comune di Fiumicino. Per informazioni e iscrizioni: Cooperativa Presenza Sociale – 371.4819382; Associazione Domus Bernadette – 351.9595818; oppure per email a [email protected]

Articolo precedenteAnzio, il sindaco su raccolta differenziata: “Chiedo agli operatori ecologici senso del dovere, l’amministrazione non vi lascerà soli”  
Articolo successivoIncidenti sul lavoro. Paolo Capone, Leader UGL: “Serve piano nazionale per fermare stragi”