Ardea, il vicesindaco Morris Orakian: “Al via un nuovo centro diurno distrettuale in via Terni”

377
(MeridianaNotizie) Ardea, 10 ottobre 2021 – Al via un nuovo centro diurno per Ardea e Pomezia. L’annuncio del vicesindaco Morris Orakian, in esclusiva su MeridianaNotizie.
Assessore, finalmente un centro diurno anche ad Ardea?
Finalmente un altro centro diurno ad utilizzo dei nostri cittadini, perché va precisato che vi è anche quello sito a Pomezia, “Raggio di sole”, che spetta sempre al distretto socio-sanitario.
Lo aveva accennato già qualche mese fa, ed ora ci siamo? Si, avevo accennato a ciò su cui stavo lavorando da mesi, ma senza espormi troppo, diciamo per scaramanzia! Ora abbiamo attuato l’iter per aprirlo a tutti gli effetti.
Quanto ci vuole ancora? Dove si trova?  Siamo alle battute finali, ma abbiamo dovuto attendere diversi passaggi propedeutici e fondamentali nel rispetto delle regole e della delicata situazione che vi era precedentemente. Ci siamo quindi dovuti sincerare che tutto andasse al posto giusto. L’immobile è sito in Via Terni 22, ed è un immobile a cui sto dietro da oltre un anno, su cui sono emerse le condizioni che ci hanno spinti nel liberarlo.
Ne ha parlato con gli organi interessati, come la CSH? Certamente, questa estate ho avuto un incontro con il Comitato Promotore de Centro Diurno e più recentemente con la CSH, con cui mi sono sempre interfacciato tramite il presidente William Spina. Ho messo al corrente su quanto stessimo facendo per dare alla nostra città un altro centro diurno, ma questa volta nel nostro territorio.
Quali sono stati gli atti propedeutici e cosa manca ancora? Doverlo liberare da cose e persone, assicurandoci che venissero ricollocate, dargli una destinazione d’uso diversa da quella che lo ha visto fin ora, come si evince dalla Delibera di Giunta Comunale N. 89 del 1 Luglio 2021. Abbiamo dovuto inoltre collocarlo nel PDZ del prossimo triennio, cosa fatta in un comitato istituzionale nell’estate appena trascorsa. Proprio qualche giorno fa mi sono visto con l’ufficio tecnico del nostro Comune per il cambio delle serrature dei cancelli e del portone di ingresso. In ultima analisi siamo in attesa della ASL per il via libera all’apertura. Poi sarà affidato alla gestione distrettuale.
Ma quindi quell’immobile non era mica un mistero che si stava per destinarsi al nuovo Centro Diurno? Ahaahha, no, ma le vie della comunicazione sono infinite. A volte tramite giornali, a volte, spesso, attraverso i social network, altre volte, poche, mi chiamano al telefono. Per questo amo la psiche umana! Meno male che l’ho custodito per mesi, vedi la scaramanzia? Insomma, come ci insegna Paul Watzlawick nella sua “Pragmatica della Comunicazione umana”, NON SI PUO’ NON COMUNICARE.
Ha sentito del Flash Mob? Si, sono carini i flash mob.
Articolo precedenteBallottaggio a Frascati, Lega: No al PD
Articolo successivoLanuvio, incendio doloso in un terreno agricolo: la polizia locale denuncia un settantenne