Anzio, al via il nuovo servizio di igiene urbana della città

49

(MeridianaNotizie) Anzio, 2 novembre – Alle tre parole chiave Ripuliamo – Ricicliamo – Rispettiamo, pubblicate sul materiale informativo, dobbiamo dare concretezza con un grande sforzo collettivo, un vero e proprio patto tra Amministrazione, Azienda e Cittadini, per una Città pulita, ordinata e curata, dal centro storico a Lido dei Pini, passando per tutti i quartieri del territorio”.  Lo scrivono il Sindaco, Candido De Angelis e l’Assessore alle politiche ambientali, Gualtiero Di Carlo, nella lettera aperta alla cittadinanza, in riferimento al nuovo servizio di igiene della Città di Anzio, gestito dalla società pubblica Ambiente Energia e Territorio Spa, al via da domani, mercoledì 3 novembre 2021. 

Settantuno mezzi su strada, tra spazzatrici, compattatori, auto ed apecar, quindici press container e ventiquattro cassoni nel centro di raccolta, diversi nuovi servizi, come numeri dedicati e la Junker App Anzio, per il corretto conferimento dei rifiuti, campagna informativa con manifesti, locandine, pieghevoli, consegnati a domicilio e pubblicati online, potenziamento della videosorveglianza e dei due centri gratuiti per smaltire  ingombranti e potature, punti informativi con facilitatori, a disposizione dei cittadini, dislocati su tutto il territorio comunale, centotrentatre dipendenti in servizio, con la mission aziendale di portare la raccolta differenziata a livelli d’eccellenza nel più breve tempo possibile. Sono alcuni numeri del nuovo servizio di igiene urbana della Città di Anzio, gestito dalla società pubblica Ambiente Energia e Territorio Spa.

“Rispettiamo Anzio, tutti insieme, per cambiare definitivamente passo nel settore dei rifiuti e delle politiche ambientali. Con l’entrata in servizio della nuova azienda pubblica, Ambiente Energia e Territorio Spa, – proseguono il Sindaco, Candido De Angelis e l’Assessore alle politiche ambientali, Gualtiero Di Carlo,  – con le numerose migliorie introdotte, puntiamo ad un servizio d’eccellenza ed a raggiungere percentuali record di raccolta differenziata. Lo dobbiamo fare per amore della nostra Città, unica Bandiera Blu e Bandiera Verde del litorale romano, ma anche per il testimone che lasciamo alle nuove generazioni, che hanno tutto il diritto di vivere in un ambiente sano e sostenibile. Con enorme fatica, a causa della chiusura degli impianti per il conferimento dei rifiuti non riciclabili e delle criticità del servizio, stiamo superando i postumi di un’estate drammatica in questo settore, che non dovrà mai più ripetersi e che dobbiamo definitivamente cancellare, con il moderno servizio pubblico in fase di avviamento” .

Articolo precedenteAnzio cambia passo! I rifiuti, adesso, “si gettano anche con lo smartphone”
Articolo successivoRoma: droga, cellulari e schede sim introdotte abusivamente in carcere. Sette persone arrestate