Fiumicino, crescono i contagi: mascherine anche all’aperto

26

(MeridianaNotizie) Roma, 28 novembre 2021 – Coronavirus a Fiumicino, crescono i contagi e il sindaco impone le mascherine anche all’aperto, come già successo ad Aprilia. Ad annunciarlo lo stesso Esterino Montino, che ha firmato un’ordinanza che entrerà in vigore dalle 00.01 di domani, domenica 28 novembre (quindi da questa notte), e resterà in vigore fino alla mezzanotte di venerdì 31 dicembre, data di scadenza del DPCM che dichiara lo stato d’emergenza “visto il peggioramento della situazione pandemica, la presenza dell’aeroporto internazionale sul nostro territorio e la comparsa della nuova variante del Covid-19, tenuto conto dell’appello del presidente Zingaretti e sentiti il prefetto e l’assessore regionale alla Sanità D’Amato”.

Le dichiarazioni del sindaco Esterino Montino

“Come sapete, ho appena firmato un’ordinanza che impone l’uso della mascherina in alcune strade e aree della città particolarmente trafficate e dove è più facile che si creino assembramenti”. Lo dichiara il sindaco Esterino Montino.

“Purtroppo, i casi di contagio stanno aumentando in gran numero giorno dopo giorno: oggi abbiamo superato quota 300 e non succedeva da aprile scorso – sottolinea il sindaco -. Questo, associato alla presenza sul nostro territorio dell’aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci e alla notizia della nuova variante Omicron del virus, mi ha spinto a prendere questo provvedimento”.

“Ho deciso, dunque, di accogliere l’appello del presidente Zingaretti, mi sono confrontato con il Prefetto e con l’assessore D’Amato e, in accordo con loro, ho ritenuto necessario adottare questa misura di contenimento – prosegue Montino -. Un provvedimento pensato anche in vista delle festività natalizie che porteranno molte e molti di noi a popolare le strade centrali della città, i centri commerciali, le vie dello shopping e dei locali”.

“L’ordinanza entra in vigore da questa notte e durerà fino alla notte del 31 dicembre perché quella è la data in cui scade il decreto con cui il governo ha dichiarato lo stato di emergenza per tutto il Paese – prosegue -. E’ chiaro che se il governo dovesse prolungare lo stato di emergenza, valuteremo di estendere la durata dell’ordinanza stessa. E’ altrettanto chiaro che, in caso di calo di contagi, valuteremo di revocarla”.

“Raccomando a tutte e tutti la massima prudenza, nei luoghi all’aperto e in quelli al chiuso, anche nelle case private dove durante le feste ci si incontra con amici e parenti – conclude – e vi rivolgo un appello: prenotate la terza dose del vaccino, soprattutto chi ha già superato i 5 mesi dalla seconda dose. Fatelo subito: è importantissimo. Ed è ancora più importante che chi non ha fatto neanche una dose di vaccino la faccia immediatamente. In questi mesi i vaccini hanno salvato migliaia di vite, evitato migliaia di terapie intensive, impedito che gli ospedali collassassero di nuovo. Vaccinatevi! Infine, un appello particolare ai genitori e a coloro che accompagnano le bambine e i bambini a scuola: nonostante gli orari differenziati, si registrano ogni giorno assembramenti davanti agli edifici scolastici. Questo non deve succedere. Quindi vi chiedo di andare tutti con la mascherina e non appena vostro figlio sarà entrato, andate subito via senza creare assembramenti davanti alle scuole. Evitiamo che i contagi nelle aule scolastiche si propaghino per un abbassamento dell’attenzione di ognuno”.

Fiumicino, mascherine anche all’aperto

L’ordinanza prevede l’obbligo di mascherina anche all’aperto nelle seguenti strade e aree:

  • Aeroporto Leonardo Da Vinci nelle aree antistanti i Terminal dell’aerostazione e nelle zone di attesa dei servizi di trasporto pubblico di linea e non di linea;
  • Via Torre Clementina;
  • Via degli Orti;
  • Via delle Ombrine;
  • Via Castellammare;
  • Via G. Giorgis;
  • Via Lago di Traiano – Darsena;
  • Via Marotta, Via San Fruttuoso, Viale Nettuno e Via Viserba, nell’area denominata “Piazzetta” di Fregene
  • Piazza della pace e Via dei Pastori – Borgo del Castello di San Giorgio – Maccarese,
  • nelle aree dei mercati settimanali;
  • nelle aree dedicate ai mercatini natalizi;
  • in prossimità degli ingressi alle sedi comunali;
  • nei parchi pubblici, ad eccezione di coloro che svolgono attività per il benessere fisico;
  • in prossimità degli ingressi ed uscite delle stazioni ferroviarie del territorio comunale;
  • in prossimità delle fermate dei mezzi pubblici di trasporto;
  • in prossimità delle aree di attesa del trasporto pubblico non di linea;
  • in tutte le aree all’aperto dei centri e parchi commerciali del territorio comunale;
  • agli ingressi ed in prossimità delle scuole di ogni ordine e grado, negli orari di entrata ed uscita, sia per gli studenti che per gli accompagnatori

Multe salate per chi trasgredisce

Oltre che nelle strade elencate, la mascherina sarà obbligatoria anche, più in generale, in tutti i luoghi all’aperto ove si determini una situazione di assembramento. L’inosservanza di questa misura di contenimento della pandemia comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 3000 euro.

Articolo precedenteGUS, troppi misteri sull’Assemblea Giornalisti Uffici Stampa: Il Gruppo Falleri- Giornalisti 2.0 denuncia il “caso Pier Giorgio Corbia”.
Articolo successivoSerie A. Ore 20:45, allo stadio Maradona va in scena il Big Match tra Napoli e Lazio