Latina, incremento dei livelli di sicurezza: al via nuovi controlli con telelaser

28

(MeridianaNotizie) Latina, 9 novembre 2021 – Gli agenti della Polizia di Stato appartenenti alla Sezione Polizia Stradale di Latina ed i colleghi dei dipendenti Distaccamenti di Aprilia, Terracina e Formia  assicurano controlli assidui dei limiti di velocità.

L’eccesso di velocità continua a rappresentare, infatti, una delle principali cause (o, quantomeno, una rilevante concausa) della incidentalità sulle strade italiane ed europee:  si consideri che nel 2020 le vittime di sinistri nei Paesi U.E. sono state circa 16.000… L’obiettivo è quello di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e, conseguentemente, ridurre il numero di vittime provocate da incidente stradale.

In questo senso, la Polstrada da tempo sta attuando una campagna di sensibilizzazione in merito alla pericolosità dovuta alla velocità eccessiva, ponendo in essere sia un’azione di prevenzione, tramite la presenza delle pattuglie su strada e la loro costante e continua attività lungo le arterie della nostra provincia, sia di repressione allorché vi sono utenti che mettono a repentaglio la propria e l’altrui incolumità.

Per tali ragioni, le pattuglie della Polizia Stradale dedicano diversi servizi settimanali allo svolgimento di controlli sulla velocità nell’ambito delle principali arterie provinciali.

L’obiettivo rimane quello di ottenere sia una costante riduzione degli eventi infortunistici, sia un decremento delle persone decedute, ferite e dei conseguenti “danni sociali” derivanti.

Durante i servizi predisposti a riguardo, in particolare, è stato sanzionato un automobilista che sfrecciava sulla SS148 “Pontina” alla velocità di 165 km/h!!

Oltre al ritiro della patente di guida, dovrà pagare una contravvenzione pari ad 847 euro e gli verranno detratti 10 punti-patente.

Articolo precedenteLatina, incessanti servizi predisposti della Polizia di Stato in materia di circolazione stradale
Articolo successivoRoma, presentato il Rapporto UGCONS “Fake News e sfiducia, il ruolo delle associazioni consumeristiche per la ripartenza”