Lavoro. Paolo Capone, Leader UGL: “No ai sussidi a pioggia. Investire nella formazione per rilanciare l’occupazione”

15
 
Lavoro. Paolo Capone, Leader UGL: “No ai sussidi a pioggia. Investire nella formazione per rilanciare l’occupazione”

(MeridianaNotizie) Roma, 3 novembre 2021 – “I dati Istat che registrano un incremento di 59mila occupati nel mese di settembre, sono un segnale incoraggiante che tuttavia non può indurre ad abbassare la guardia. Bisogna considerare, infatti, che rispetto ai livelli pre-pandemia, ovvero da febbraio 2020, il numero di occupati è inferiore di oltre 300mila unità mentre il tasso di inattività è superiore di 0,9 punti. Come Sindacato UGL, ribadiamo la necessità di una Manovra improntata alla crescita e al rilancio dell’occupazione. In tal senso, occorre rivedere radicalmente misure assistenziali come il reddito di cittadinanza, sussidi a pioggia che continuano ad incentivare il lavoro nero. E’ fondamentale, dunque, concentrare le risorse sulle politiche attive e su programmi di formazione che consentano di superare il disallineamento tra domanda e offerta di lavoro. Per accelerare il processo verso la transizione energetica e la digitalizzazione del Paese, è necessario investire nella riqualificazione professionale al fine di rispondere alla richiesta di nuove competenze da parte delle imprese e favorire la creazione di posti di lavoro.” Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito alle politiche attive del lavoro.

Articolo precedenteTV, Tenderstories coproduttore di “La Scelta di Maria” su Rai1
Articolo successivoARICCIA, SINDACO STACCOLI: ALCUNE MODIFICHE ALLA VIABILITA’ SONO TEMPORANEE