GUS, troppi misteri sull’Assemblea Giornalisti Uffici Stampa: Il Gruppo Falleri- Giornalisti 2.0 denuncia il “caso Pier Giorgio Corbia”.

177

A Milano l’Assemblea Straordinaria del Gruppo Giornalisti Uffici Stampa sarebbe inficiata da vari “vizi di forma”. La denuncia del Gruppo Falleri- Giornalisti 2.0.

(MeridianaNotizie) Roma, 27 novembre 2021 – Il Gruppo Gino Falleri – Giornalisti 2.0 intanto manifesta tutta la sua solidarietà al collega Roberto Rossi, “che per non trascurare, gli impegni presi con i colleghi che lo hanno votato e voluto alla guida dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio come Vicepresidente, ha rinunciato sia all’incarico offertogli da Tesoriere del GUS (Gruppo Uffici stampa nazionale), sia a quello di Probiviro sempre del GUS. Preferendo, invece dedicarsi completamente al suo nuovo impegno istituzionale”.

Il Gruppo Falleri – Giornalisti 2.0 in una nota affidata alle agenzie spiega questa decisione di Roberto Rossi come manifestazione palese di lealtà e di collaborazione con il neo presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio Guido D’Ubaldo e con tutta la squadra che ha vinto le elezioni del mese scorso.

Roberto Rossi ha così   manifestato pubblicamente il desiderio e l’intenzione di condividere in pieno e fino in fondo le battaglie per il rinnovamento dell’Ordine dei giornalisti del Lazio senza essere distratto da altri incarichi, se pur di grande prestigio nazionale, rimanendo orgoglioso di mantenere la carica di Presidente del GUS LAZIO al quale ha già apportato un enorme sviluppo specialmente in termini di associati”.

Sul fronte della cronaca il Gruppo Falleri – Giornalisti 2.0 parla di una “Assemblea del GUS svoltasi il 26 novembre u.s.  nella sede storica dell’Associazione Stampa Lombarda, caratterizzata da forti delusioni, da perplessità varie e soprattutto da stupore incredibile per via della mancanza in sede del tesoriere Pier Giorgio Corbia poi improvvisamente nominato Presidente Vicario del Gus dopo la morte del compianto Gino Falleri, una carica però non prevista dallo Statuto”.

Il parere manifestato in questa nota dai vertici del Gruppo Falleri – Giornalisti 2.0 è che “Da Statuto il collega Pier Giorgio Corbia avrebbe dovuto presiedere ed avviare i lavori dell’Assemblea Straordinaria, ma anche per esprimere il suo voto, passaggio questo- a giudizio del Gruppo Falleri- assolutamente fondamentale”.

Il Gruppo Falleri denuncia anche che” Non si è svolto neanche lo storico passaggio delle consegne al nuovo Presidente appena nominato, se non altro passaggio obbligato per poter avviare le procedure   bancarie e di rito, e che per Statuto non possono essere affidate a terzi”.

“Ci saremmo aspettati che il collega Piergiorgio Corbia fosse stato presente all’Assemblea, e ci saremmo attesi da lui anche un messaggio di augurio e di buon lavoro, avendo voluto  lui proprio lui, fortemente, le elezioni per il giorno 26 novembre 2021, e in presenza a Milano”.

“Non si comprende il perché- sottolinea ancora la nota del Gruppo FalleriGiornalisti 2.0 il collega Pier Giorgio Corbia, non si è mai visto neanche durante tutte le videoconferenze fatte da remoto. Ieri a Milano sarebbe stato di buon auspicio un incontro con tutti i Presidenti Regionali (8) arrivati a Milano proprio per lui e per l’invito da lui ricevuto”.

Secondo la nota diffusa dal Gruppo FalleriGiornalisti 2.0 “Il collega Pier Giorgio Corbia avrebbe dato segno della sua presenza in questi ultimi due anni solo attraverso due diverse lettere ufficiali, una per annunciare l’annullamento di un programma “presentato dal Piemonte” per vizi di forma, vizi di forma regolarmente contemplati dallo Statuto del GUS. Queste tre lettere  non portano la firma autografa di  Corbia, per quale motivo?

Lettera questa inviata al Segretario della FNSI, Raffaele Lorusso e alla Segretaria regionale FNSI Alessandra Costante.

L’altra lettera, anche questa inviata ufficialmente dal collega Pier Giorgio Corbia, sempre al Segretario della FNSI, Lo Russo e alla stessa dott.ssa Costante, per comunicare questa volta la data dell’assemblea Straordinaria da fare il 26 novembre 2021, a Milano. Anche questa missiva a quanto pare senza la firma autografa e sinceramente non se ne comprende il perchè.

Anche questa seconda lettera puntualmente trasmessa da Lo Russo a tutti i Presidenti Regionali.”.

Ma qui la vicenda si complica e si tinge di giallo.

“Non si comprende bene- denuncia il Gruppo Falleri – Giornalisti 2.0– come mai queste le lettere non siano regolarmente firmate dal collega Pier Giorgio Corbia e come mai lo stesso non ha mai partecipato a nessuna delle riunioni  da remoto e non era presente all’Assemblea straordinaria del 26 novembre.

Crediamo che la FNSI debba convocare una nuova riunione con tutti i Presidente regionali del Gus anche alla presenza di Pier Giorgio Corbia, il minimo per fare luce su una vicenda davvero antipatica”

E in giurisprudenza civile, tutti sanno, che se manca la figura del presidente “Supplente” facente le funzioni, non si può procedere alla convocazione di una assemblea straordinaria.

Il Gruppo Falleri- Giornalisti 2.0 a questo punto chiede che sulla vicenda sia fatta assoluta chiarezza, perché solo la trasparenza degli atti può garantire la vita democratica dei nostri organismi, qualunque sia il prezzo da pagare e qualunque sia il rischio da correre, ma “vogliamo evitare in tutti i modi di dover lavare i panni sporchi in famiglia”.

E comunque crediamo che per sgomberare il campo da tutti i dubbi e sospetti del momento sia fondamentale che Pier Giorgio Corbia torni ad esercitare il suo ruolo e, come si dice a teatro,  “ batti un colpo se ci sei”.

Articolo precedente Latina, intervento per colpi di pistola nel quartiere Europa
Articolo successivoFiumicino, crescono i contagi: mascherine anche all’aperto