Rifiuti, Assotutela: “sindaco Gualtieri propone “l’esportazione”….”

12

“Ė passato più di un mese dalla elezione di Roberto Gualtieri a sindaco di Roma e la città continua ad affondare nei rifiuti, con proposte del neoeletto, per risolvere la situazione, piuttosto bizzarre”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Maritato che continua: “Siamo consapevoli della pesante eredità ricevuta ma l’annunciato piano di pulizia straordinaria che doveva partire dieci giorni fa stenta a profilarsi all’orizzonte mentre in città, è sotto gli occhi di tutti, si stanno riproponendo gli stessi gravissimi problemi presenti nella consigliatura Raggi. Il primo cittadino, piuttosto che proporre soluzioni strutturali cosa fa? Ricorre alla esportazione del pattume, ricevendo anche imbarazzanti rifiuti, come quello del ‘compagno’ presidente della Toscana Eugenio Giani”, incalza Maritato. “L’aspetto che Gualtieri a oggi non ha chiarito è il sito in cui conferirà il raccolto di questa pulizia straordinaria. Ė del tutto evidente che perfino la raccolta dell’indifferenziato stenta in città in modo vistoso, come attestano le centinaia di foto che arrivano alla nostra associazione da tutta Roma. Altro convitato di pietra la Regione Lazio di Zingaretti, che assiste impietrita allo scempio. Di solito, un neoeletto dovrebbe subito dare un segnale forte e questo, nel caso di Gualtieri, doveva riguardare lo smaltimento dei rifiuti. Per questo, l’esordio si è rivelato un flop, non sapendo dove si vogliono realizzare gli impianti di trattamento e come chiudere il ciclo. Né Zingaretti né Gualtieri sembrano in grado di affrontare il tema, in un rimpallo di competenze che ha del surreale”, chiosa il presidente.

Articolo precedenteDon Bosco, carabinieri intervengono per una segnalazione di occupazione abusiva: denunciato un uomo
Articolo successivoALIS INCONTRA IL MINISTRO LUIGI DI MAIO   Guido Grimaldi: “Ringraziamo il Ministro Luigi Di Maio per le parole di apprezzamento e la forte attenzione mostrata nei confronti della nostra realtà associativa e del nostro settore”