Covid. Cittadini (Aiop): “Bene indennità che valorizzino i professionisti che lavorano nelle aree di emergenza del SSN”

10

“La proposta del Ministro della Salute Speranza di un’indennità accessoria di 90 milioni di euro alle retribuzioni di medici, infermieri e altri operatori sanitari impegnati nei Pronto Soccorso e nelle strutture di emergenza è il segnale di un cambiamento reale della politica sanitaria del Governo, che va sostenuto in una prospettiva di miglioramento strutturale complessivo del SSN”. Così Barbara CittadiniPresidente dell’Associazione italiana ospedalità privata, in merito alla proposta avanzata dal ministro della Salute Roberto Speranza di aggiungere, a partire dal 2022, un’indennità accessoria alle retribuzioni di infermieri e medici che lavorano nei Pronto Soccorso e nelle strutture di emergenza.

La Presidente di Aiop aggiunge: “Ci aspettiamo che l’incentivo riguardi tutti coloro che operano in tale settore, sia nella componente di diritto pubblico che in quella di diritto privato del SSN, valorizzando il contributo straordinario che questi operatori garantiscono ogni giorno alla salute della popolazione”.

Cittadini conclude: “Riconoscere l’impegno e le criticità che caratterizzano l’attività in tutte le strutture di emergenza che accolgono pazienti, garantendo loro un riscontro tempestivo ai bisogni di salute, è di estrema importanza e conferma una rinnovata attenzione verso il Sistema nella sua interezza”.

Articolo precedenteAnzio, un successo l’apertura della nuova associazione culturale olistica “Arcade”
Articolo successivoRoma, pitbull era legato al termosifone ed in pessime condizioni igienico-sanitarie: denunciato 31enne capoverdiano