Monterotondo, servizio straordinario di controllo dei carabinieri

200

(MeridianaNotizie) Roma, 22 dicembre 2021 –   Si comunica, nel rispetto dei diritti dell’indagato (da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) e al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito che, i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno effettuato un servizio straordinario di controllo su tutto il territorio di competenza, con l’impiego anche dei Reparti Speciali dell’Arma.

Al termine del servizio sono state arrestate in totale 2 persone, altre 4 invece sono state denunciate a piede libero e sono state elevate anche numerose sanzioni ad esercizi pubblici. A Monterotondo, i militari della sezione Operativa hanno arrestato in flagranza di reato, per detenzione a fini dispaccio di cocaina un 40enne, del posto. I militari lo hanno sorpreso nei pressi di un centro commerciale e nel corso della perquisizione personale è stato trovato in possesso di 16 dosi di cocaina e della somma contante di 165 euro, verosimile provento dell’attività di spaccio. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del processo.

In via Salaria, nel corso di un controllo, i militari di Montelibretti hanno arrestato un uomo sempre per detenzione ai fini di spaccio sorpreso in possesso di un “panetto” di hashish del peso di 100 gr, nascosto nella sua vettura. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire altro stupefacente e materiale vario per il confezionamento. Anche quest’ultimo è stato posto agli arresti domiciliari.

Segnalati altri due soggetti che nel corso dei controlli sono stati trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti ad uso personale. Per loro è scattata la segnalazione al Prefetto.

A Monterotondo i Carabinieri del NAS di Roma con l’ausilio dei colleghi della locale Stazione hanno ispezionato un ristorante etnico, constatando diverse violazioni per le quali sono scattate sanzioni amministrative e prescrizioni (anche per mancata formazione del personale e mancata tracciabilità degli alimenti). In una macelleria dello Scalo i militari hanno invece sanzionato il titolare per non aver etichettato i prodotti etnici in lingua italiana e per aver omesso di sanificare le superfici per i vigenti protocolli COVID. In totale sono state elevate sanzioni per oltre 10.000 euro.

A Moricone, in un mercatino, i Carabinieri della locale Stazione hanno scoperto un venditore ambulante di calzature di noti marchi contraffatti. La merce è stata sequestrata ed il venditore ambulante è stato denunciato a piede libero alla Procura di Tivoli per introduzione nello Stato e commercio di prodotti contraffatti.

Infine, a seguito dei controlli alla circolazione stradale sono stati controllati quasi 150 veicoli e identificate 230 persone. Alcuni automobilisti sono stati sanzionati per guida senza copertura assicurativa, per revisioni e patenti di guida scadute.

Articolo precedentePomezia, aree verdi: completati i lavori di riqualificazione dei giardini Alda Federici
Articolo successivoSerie A. Venezia-Lazio. Sarri deve fare ancora a meno di Immobile, fermo perché positivo al Covid-19