COVID, GIANNINI (LEGA): SISTEMA NEL LAZIO IN TILT PER PRENOTARE TAMPONI MOLECOLARI

202

MA QUALE “MODELLO LAZIO” PER I CITTADINI È UNO STRAZIO

(MeriidanaNotizie) Roma, 28 dicembre 2021 – “Sono centinaia i cittadini contagiati o venuti a contatto con soggetti positivi al Covid-19 che denunciano le gravi inefficienze della Regione nella gestione dell’emergenza sanitaria”. Lo sostiene Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega. “Chi, ad esempio, risiede nell’Asl Roma 2 e, attraverso il portale aziendale, prenota un tampone molecolare, trova disponibilità – prosegue il consigliere – soltanto a Viterbo. I più fortunati si recano al ‘drive in’ in via Palmiro Togliatti, ma lì devono attendere ore in auto, magari con figli piccoli al seguito, prima che arrivi il loro turno”. “Zingaretti e D’Amato, anziché compiacersi per il tanto decantato ‘modello Lazio’, alla luce dell’impennata di contagi dovuta alla variante ‘Omicron’, moltiplichino i ‘drive in’ oppure – conclude Giannini – sollecitino il ministro Speranza ad allinearsi agli altri stati europei dove, per gli asintomatici vaccinati venuti a contatto con i positivi, è stata ridotta la quarantena e non è più obbligatorio effettuare il tampone per il rientro in comunità”.

Articolo precedenteARICCIA, LEOPARDI( VICE SINDACO): OTTENUTI DALLA REGIONE LAZIO FONDI PER L’AREA GIOCHI DEL PARCO MENOTTI GARIBALDI
Articolo successivoMorto sul lavoro a Roma. Paolo Capone, Leader UGL: “Strage inaccettabile. Intensificare controlli e investire nella sicurezza”