Rifiuti, Quarzo-Volpi (Fdi): Necessario intervenire sui canali di via Laurentina prima che sia troppo tardi

210
Via delle Acque Basse

(MeridianaNotizie) Roma, 6 dicembre 2021 – “La situazione rifiuti a Roma è fuori controllo ed è necessario intervenire quanto prima per evitare un vero e proprio danno ambientale. In zona Laurentina i cittadini sono estremamente preoccupati per i rischi concreti che può provocare l’abbandono selvaggio dei rifiuti”. A lanciare l’allarme sono Andrea Volpi e Giovanni Quarzo rispettivamente capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Metropolitano e in Consiglio Comunale di Roma Capitale.

 

Via delle Acque Basse

“Roma si trascina questo problema da ormai troppo tempo, ma ci sono alcune zone della metropoli in cui la situazione sta precipitando rapidamente. Dai municipi, fino ad arrivare ad Ardea, ci arrivano segnalazioni di vere e proprie discariche abusive “gestite” da nomadi che stazionano nella zona e che la notte consentono un via vai di furgoni che abbandonano i rifiuti nei pressi dei canali senza alcun controllo, come succede in prossimità dei canali di via delle Acque Basse e via delle Mente, ad Ardea. Un problema che si ripercuote poi in tante altre aree. Chiediamo al neo sindaco di Roma e della Città Metropolitana Roberto Gualtieri, al Comune di Ardea di intervenire presso la Regione Lazio e gli altri organi preposti per cercare di trovare una soluzione definitiva e concreta. Questa – aggiungono i due esponenti del partito della Meloni – deve essere una priorità assoluta per questa nuova amministrazione, non possiamo più permetterci di tergiversare con provvedimenti temporanei che posticipano solo l’inevitabile”.

Via delle Mente incrocio con via Laurentina

“Roma – conclude la nota – è il biglietto da visita dell’Italia, ma qui non è più solo una questione di decoro urbano, è una questione di salute pubblica e ambientale oltre che di sicurezza per i cittadini, questione che non può più essere ignorata”.

Articolo precedenteRoma, Assotutela: “Presidio sanitario Villa Tiburtina, il silenzio del IV Municipio”
Articolo successivoEuropa. Ulgiati, UGL: “Serve nuovo modello di UE fondato su equità sociale e partecipazione dei lavoratori”