Dati Inail. Paolo Capone, Leader UGL: “Urge tavolo di confronto su Piano nazionale per la sicurezza sul lavoro”

71

Dati Inail. Paolo Capone, Leader UGL: “Urge tavolo di confronto su Piano nazionale per la sicurezza sul lavoro”

(MeridianaNotizie) Roma, 31 gennaio 2022 – “Allarmano i dati dell’Inail sulle denunce di infortunio mortale sul lavoro presentate nel 2021, pari a 1.221. Numeri inaccettabili che impongono misure urgenti per arrestare la drammatica strage in corso. Come UGL, ribadiamo l’importanza di creare una banca dati unica per coordinare e rafforzare il monitoraggio e, al tempo stesso, lo stanziamento di maggiori risorse per implementare i controlli e la formazione sulla sicurezza. In tal senso, è positivo l’annuncio del Ministro Orlando riguardante l’entrata in servizio di mille ispettori entro il prossimo mese e l’adozione di norme con sanzioni più incisive e tempestive. Chiediamo, pertanto, la convocazione di un tavolo fra Governo e sindacati per discutere di un Piano nazionale per la prevenzione e il contrasto degli infortuni sul lavoro. Non è tollerabile che si continui a morire nei luoghi di lavoro con una simile e agghiacciante facilità. La manifestazione dell’UGL ‘Lavorare per vivere’ ha l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sul tragico fenomeno delle cosiddette ‘morti bianche’ e ribadire ancora una volta basta morti sul lavoro.” Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito ai dati dell’Inail relativi agli infortuni mortali sul lavoro nel 2021.

Articolo precedenteLido dei Pini, in via di ultimazione i lavori di costruzione del tratto di marciapiedi e relativa raccolta acque
Articolo successivoRoma, Assotutela: “Bene sentenza tribunale su discarica Monte Carnevale”