Solidarietà per le donne afgane: corre sul web la staffetta bipartisan delle parlamentari italiane

97

Solidarietà per le donne afgane: corre sul web la staffetta bipartisan delle parlamentari italiane

(MeridianaNotizie) Roma, 21 gennaio 2022 – Dal 1° gennaio 2022 è partita la staffetta di solidarietà delle deputate e senatrici per tenere alta l’attenzione sulla situazione delle donne in Afghanistan.
L’iniziativa è stata promossa dall’Osservatorio sui diritti delle donne in Afghanistan, voluto e costituito dalla Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato che, tra le altre iniziative, si è attivata per aiutare le studentesse afgane iscritte all’università La Sapienza di Roma che non sono riuscite ad espatriare e sono rimaste bloccate all’aeroporto di Kabul Hamid Karzai, ormai sotto il pieno controllo dei talebani. La commissione ha anche partecipato alla campagna internazionale di sensibilizzazione promossa perché l’atleta afgana paralimpica Zakia Khudadadi (nella foto) potesse partecipare ai giochi di Tokyo.
Giorgio Fede, presidente della Commissione: “Dal 1º gennaio l’Osservatorio sull’Afghanistan della Commissione diritti umani ha dato avvio alla staffetta di solidarietà pubblica tra le parlamentari italiane per le donne in Afghanistan. All’iniziativa che porterà senatrici e deputate di tutti gli schieramenti ad alternarsi ogni giorno con un tweet, un post sui social o un intervento di fine seduta in Aula sulla situazione delle donne in Afghanistan, ha aderito, primo fra tutti, l’Intergruppo del Senato per i diritti delle donne in Afghanistan”.
Unite nell’iniziativa le parlamentari di tutti gli schieramenti politici, per testimoniare l’importanza di presidiare insieme il rispetto dei diritti e valori fondamentali nel mondo.
Paola Binetti, senatrice componente dell’Osservatorio sulle donne afgane della Commissione diritti umani di Palazzo Madama: “A partire dal primo gennaio le senatrici e le deputate che avranno aderito si alterneranno ogni giorno su Facebook, Instagram, Twitter o con un comunicato stampa o un intervento di fine seduta per testimoniare pubblicamente il loro sostegno ai diritti delle donne in Afghanistan.”
Per Isabella Rauti, senatrice componente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, la partecipazione alla staffetta solidale è finalizzata ad evitare che cali il silenzio sul dramma che si sta consumando quotidianamente in Afghanistan. Rauti sottolinea che i leader talebani al potere stanno sistematicamente cancellando le conquiste femminili ed i diritti umani fondamentali e che per le donne e per le bambine afghane sono tornati “gli anni bui”: “L’Afghanistan oggi non è un Paese per donne: non possono lavorare, studiare, viaggiare, ascoltare musica, fare sport, impegnarsi in politica, scegliere chi sposare. L’Afghanistan dei talebani vuole coprire il corpo e l’esistenza delle donne; vuole nascondere le donne al mondo e nascondere il mondo agli occhi delle donne. Non possiamo lasciare sole le donne afghane nella difesa dei diritti violati. La loro libertà di esistere è una responsabilità che va assunta e condivisa dall’intera comunità internazionale”.( A cura di Debora Felici)

Articolo precedenteARICCIA: APPROVATO DALLA REGIONE FINANZIAMENTO PER EDILIZIA POPOLARE
Articolo successivoLANUVIO: Celebrazioni per il 78simo Anniversario dallo Sbarco Alleato