ISTRUZIONE: Nuove opportunità per gli studenti di Roma e del Lazio.

46

Sono stati pubblicati da DiSCo Lazio (l’ente per lo studio e la conoscenza della Regione presieduto da Alessio Pontillo) i nuovi bandi per l’anno accademico 2021/2022 che riguardano buoni libro e contributi alloggio. Per quanto riguarda invece le borse di studio – il cui bando garantisce un contributo economico e servizi (mense, residenze, mobilità internazionale, premi laurea) per il sostegno allo studio economico universitario a favore degli studenti meno abbienti – DiSCo ha pubblicato, il 29 dicembre scorso, uno scorrimento di graduatoria, dichiarando vincitori tutti gli studenti idonei al beneficio. Con tale scorrimento sono stati dichiarati quindi 15.844 nuovi vincitori, per un impegno economico complessivo di 58 milioni e 79mila euro.

Per gli studenti che risiedono a oltre 50 chilometri dal Comune sede del corso di studi universitario seguiti il valore del beneficio è di 5.257,74 euro; per gli studenti che risiedono fino a 50 chilometri di distanza il contributo è di 2.898,51 euro; mentre per gli studenti che risiedono nel Comune in cui ha sede il corso frequentato, il beneficio è di 1.981,75 euro.

Complessivamente, per l’anno accademico 2021/2022 i vincitori di borse di studio sono 30.102, per un impegno economico complessivo di 110.889.724,12 euro. Un vero record per la Regione Lazio, che ha infranto anche il precedente primato stabilito lo scorso anno, determinando in questo modo un nuovo record.

Per quanto riguarda invece i buoni libro (il sostegno economico agli studenti, soprattutto con maggiori difficoltà economiche, per l’acquisto di libri di testo funzionale al proprio corso di studi), DiSCo rimborserà gli acquisti effettuati dal primo ottobre 2021 al 30 giugno 2022, fino a un massimo di 250 euro a studente. Le risorse economiche destinate a questo scopo ammontano a circa un milione di euro e a beneficiarne saranno circa quattromila studenti. Il bando è stato pubblicato lo scorso 31 dicembre sul sito istituzionale di DiSCo e le domande sono inviabili tramite l’area riservata dello stesso portale dal prossimo 24 gennaio fino alle ore 12 del 7 marzo 2022.

“Cresce l’impegno della Regione Lazio per la tutela del diritto allo studio per gli studenti delle nostre università. Abbiamo triplicato lo stanziamento del fondo per l’assegnazione di buoni libro che è passato da 300.000 euro a 1 milione di euro per l’anno accademico in corso. Grazie a questo importante investimento, anche per quest’anno l’Ente regionale per il Diritto allo Studio e la promozione della Conoscenza (DiSco) potrà mettere a disposizione i buoni libro per l’acquisto di testi universitari e d’esame. Continueremo a investire sul diritto allo studio mettendo al centro delle nostre politiche la crescita e la formazione dei giovani per guardare con fiducia al futuro e ricostruire un mondo più giusto”, spiega l’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start-Up e Innovazione della Regione Lazio, Paolo Orneli che aggiunge: “Il bando per l’assegnazione dei buoni libro è già online sul sito dell’ente regionale Disco.”

Si tratta – aggiunge il presidente di DiSCo Lazio Alessio Pontillo – di “un’azione concreta per andare incontro ai giovani con difficoltà economiche, offrire loro maggiori opportunità di studio e prospettive lavorative migliori”.

A proposito poi del portale di DiSCo, dal 4 gennaio scorso è on line il nuovo e completamente rinnovato sito istituzionale www.discolazio.it, aggiornato nei contenuti e con una veste grafica che rende la navigazione più intuitiva, le informazioni facilmente raggiungibili e l’esperienza globale di navigazione più ergonomia e soddisfacente.

Infine il capitolo contributi alloggio, strumento per aiutare gli studenti universitaria a sostenere le spese per l’affitto di locali funzionale ai propri studi nella città dove si svolgono i corsi. Il contributo economico può arrivare fino a 2.500 euro a studente, per un impegno economico complessivo del bando di 1,5 milioni di euro. Il bando è stato pubblicato il 17 dicembre e il modulo di domanda è aperto fino al 10 febbraio.

Articolo precedenteSerie A. Salernitana-Lazio. Biancocelesti a Salerno per trovare la prima vittoria del 2022
Articolo successivoForza Italia, Gasparri ad Anzio insieme ai Capolei: “A breve in tour nella provincia di Roma”