Giornata mondiale contro il Bullismo, Ecoitaliasolidale: “Potenziare nelle scuole gli sportelli di ascolto”

92

(MeridianaNotizie) Roma, 7 febbraio 2022 – Il 7 febbraio è la Giornata Mondiale contro il bullismo e il cyberbullismo. È una giornata che noi di Ecoitaliasolidale vogliamo celebrare per invitare tutti a far riflettere  su un fenomeno ancora troppo diffuso soprattutto fra i giovani e i giovanissimi e per fare delle proposte alle Istituzioni.

E’ quanto dichiarano Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale del Movi mento Ecoitaliasolidale e Giuliana Salce,  la Campionessa del mondo di marcia, fra i E’ quanto afferma GIULIANA SALCE,  campionessa del mondo di marcia ed ora fra i massimi dirigenti a livello nazionale di Ecoitaliasolidale.

“Neanche la pandemia ha attenuato il Bullismo e Cyberbullismo

anzi proprio in questi ultimi anni quando i giovani si sentono ancora più soli, questi fenomeni rimangono una delle minacce più temute tra gli adolescenti, dopo droghe e violenza sessuale. I giovani e giovanissimi non si sentono al sicuro sul web e, dopo il cyberbullismo, è il fenomeno del revenge porn a fare più paura, soprattutto tra le ragazze”.

“Secondo una ricerca dell’“Osservatorio (in)difesa” realizzata tramite un questionario sottoposto a 6.000 adolescenti, dai 13 ai 23 anni, i giovani  hanno  rivelato che il 68% di loro dichiara di aver assistito ad episodi di bullismo, o cyberbullismo, mentre ne è vittima il 61%. La violenza psicologica è quella più diffusa  da parte di coetanei (42,23%) e in particolare il 44,57% delle ragazze ha segnalato il forte disagio procurato dal ricevere online commenti non graditi di carattere sessuale”.

“Riaffermiamo -proseguono Benvenuti e Salce-  il progetto avanzato già da tempo da Ecoitaliasolidale di potenziare  all’interno delle strutture scolastiche di ogni ordine e grado gli “sportelli ‘di ascolto e  di orientamento psicologico’ per attivare un migliore rapporto con l’istituzione scolastica, con i docenti, gli alunni e gli studenti  nonché con i genitori.  “Tale strutture di ascolto e di supporto – proseguono gli esponenti di Ecoitaliaolidale-  potrebbero adeguatamente intervenire per fenomeni come devianze, cultura della violenza e del bullismo, diffusione delle droghe, diffusione fra i giovani di sostanze come il doping nelle loro attività sportive,  ed ogni problema collegato al disturbo della condotta negli adolescenti, come di problematiche proprie dell’insegnamento”.

“Tematiche complesse –conclude Benvenuti e Salce- ma che debbono ricevere tempestive e preventive soluzioni, con campagne di informazione e di prevenzione, ma soprattutto di interventi da parte di operatori specializzati come  gli psicologi per arginare il fenomeno troppo diffuso del bullismo e il cyberbullismo fra i giovani”.

Articolo precedenteSerie A. Fiorentina-Lazio 0-3. I biancocelesti vincono e convincono. Doppietta di Immobile dopo il gol di Milinkovic
Articolo successivoRoma, controllate più di 1500 persone e oltre 400 attività nel fine settimana, chiusi 18 esercizi