Tor Bella Monaca, case Ater occupate: scattano le denunce

29

(MeridianaNotizie) Roma, 23 febbraio 2022 – Dopo San Basilio e Ostia, su disposizione del Prefetto Piantedosi è in corso dall’alba la liberazione di altri appartamenti dell’ATER occupati abusivamente. Questa mattina gli uomini della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia Locale di Roma Capitale, Gruppo Spe (Sicurezza Pubblica ed Emergenziale), GSSU (Gruppo Sicurezza Sociale Urbana) e VI Gruppo Torri,  stanno sgomberando cinque immobili della Torre 30, in Via Santa Rita da Cascia a Tor Bella Monaca, dove poche settimane fa una ragazza era caduta dal tredicesimo piano per motivi legati presumibilmente al consumo di stupefacenti. Dopo la maxi operazione dell’autunno scorso, quando furono liberate nella Torre 50 anche le case occupate dal clan di Giuseppe Moccia, una nuova operazione per riportare la legalità in uno dei quadranti più critici della città, dove le occupazioni abusive non solo significano allacci illegali e vessazioni per la gente perbene che abita i condomini popolari, ma ospitano spesso anche il contesto in cui operano le centrali dello spaccio. Al momento sono 16 gli occupanti, di nazionalità straniera e italiana,  di cui 4 minori,  trovati all’interno di 4 appartenenti su cui sono in corso le operazioni di sgombero. Alcuni già denunciati per occupazione abusiva. Due le persone fermate in quanto trovate prive di documenti e sulle sono state avviate le procedure di identificazione.

Articolo precedenteAriccia, domani a Fontana Di Papa i funerali di Valerio Brandimarte
Articolo successivoCivitavecchia, la centrale dell’Enel non sarà riconverta al gas