Frascati, minaccia di suicidarsi “se non avesse riabbracciato i propri figli” portati a Napoli dalla sua ex dopo un litigio: arrestato

277

Si è barricato in casa nella tarda serata di ieri, riuscendo ad impossessarsi di una pistola – regolarmente detenuta dal padre e custodita in un locale armeria dell’abitazione – minacciando di suicidarsi se non avesse riabbracciato i propri figli, che non vedeva dallo scorso 26 marzo, quando la sua ex compagna, dopo un violento litigio, aveva deciso di portarli con sé a Napoli, a casa dei genitori.

Il protagonista della vicenda è un romano di 32 anni con precedenti e a dare l’allarme ai Carabinieri di Frascati è stato il padre dell’uomo, che non è riuscito a convincerlo a desistere dal gesto.

Ad intervenire sul posto sono stati i Carabinieri della Compagnia di Frascati insieme ai militari dell’Aliquota di Primo Intervento del Nucleo Radiomobile di Roma e il negoziatore del Nucleo Investigativo di Frascati che hanno cinturato e messo in sicurezza la zona circostante il villino.

Dopo 5 lunghe ore di trattative, grazie anche all’arrivo da Napoli dell’ex compagna con i loro figli, l’uomo si è arreso, consegnando spontaneamente l’arma ai Carabinieri che lo hanno arrestato con l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco.

Considerato lo stato di forte agitazione del 32enne, il personale del “118” lo ha sedato e condotto presso l’ospedale di Frascati per accertamenti, dove è tuttora piantonato dai militari.

Articolo precedenteNettuno, buoni spesa per le famiglie in difficoltà economica: domande fino al 7 aprile
Articolo successivoTufello, torna la pioggia e la ciclabile horror si allaga