Cibus. Battistoni (Mipaaf): “Fiera segno di ripartenza e risposta a crisi. Industria agroalimentare comparto strategico”

24

“Essere a Cibus per celebrare il food e beverage Made in Italy è il segno tangibile di una ripartenza e, al tempo stesso, una risposta alla crisi. Credo che questa Fiera sia la risposta più importante proprio perché viviamo in una fase storica così complessa e Cibus rappresenta un segno di ripartenza per tutti i comparti produttivi dell’agroalimentare”. È quanto ha dichiarato il sottosegretario al Mipaaf, Francesco Battistoni in visita a Cibus.
“Mi sento di poter dire che l’industria alimentare ha avuto un ruolo esemplare. Durante la pandemia non ha avuto cedimenti non facendo mai mancare prodotti e generi alimentari sugli scaffali degli italiani e adesso, durante la guerra, sta nuovamente mostrando la forza dell’Italia. In mezzo alla pandemia e alla guerra –  ha continuato – c’è la crisi energetica che da mesi contribuisce a rendere incerto il mercato produttivo e la capacità dei nostri agricoltori e allevatori di mantenere intatte le linee produttive che abbracciano tutti i segmenti della filiera”.
“Il Governo – ha proseguito –  ha ben chiaro che il primo soccorso sui rincari energetici deve essere quello di sostenere e proteggere imprese e famiglie ma anche l’agroalimentare che, nel 2021, ha generato un fatturato di oltre 155 miliardi di euro”.
“Nell’ultimo DL, il cosiddetto “Decreto Aiuti”, infatti, per il settore sono stati stanziati 185 milioni di euro in favore delle PMI agricole e della pesca che nel 2022 abbiano registrato un incremento dei costi dell’energia e sono state liberalizzate le installazioni dei pannelli fotovoltaici sui tetti dei fabbricati agricoli. Due misure che, unite ai precedenti provvedimenti sia in ambito europeo sia nazionale, sono una ulteriore risposta alle necessità del momento”.
“Come Ministero – ha continuato – siamo impegnati tutti i giorni a sostenere il comparto, il Made in Italy e le nostre imprese. Non mi riferisco solo all’attivazione di misure economiche, ma anche alle iniziative politiche di tutela e di protezione come alla battaglia sul Nutriscore che, grazie al supporto anche da parte dell’industria alimentare, sta lasciando spazio al Nutriform Battery”.
“Come Italia – ha concluso Battistoni –  siamo compatti nel sostenere le filiere agroalimentari e vedere da vicino la nostra industria, toccare con mano la loro capacità produttiva e qualitativa, è l’occasione per ringraziare tutti i protagonisti di questo settore che rendono grande il nostro Paese”.

Articolo precedenteRoma, nuovo avvocato per AssoTutela “Un legale di prestigio nel nostro pool”
Articolo successivoOstia, M5S: Finalmente inizio lavori di rifacimento stradale di Via Molteni e Via Cagli.