Morto sul lavoro a Perugia. Paolo Capone, Leader UGL: “Urgono misure a tutela dei lavoratori”

10

“Ennesimo e drammatico incidente sul lavoro a Ponticelli di Città della Pieve, in provincia di Perugia, è costato la vita ad un operaio di 58 anni, travolto da un treno in transito mentre lavorava al lato della linea ferroviaria convenzionale Firenze-Roma. Esprimo il cordoglio, a nome dell’UGL, alla famiglia della vittima. Si tratta di una strage sul lavoro quotidiana che non possiamo accettare. Urgono a tal proposito interventi immediati al fine di prevenire simili tragedie. Pertanto, come sindacato UGL, chiediamo al Governo l’apertura di un tavolo con le parti sociali volto a rafforzare i controlli e incentivare la formazione dei lavoratori in materia di sicurezza. La manifestazione ‘Lavorare per vivere’ promossa dall’UGL ha come obiettivo quello di sensibilizzare il Governo e l’opinione pubblica sul fenomeno delle morti bianche e ribadire, ancora una volta, basta morti sul lavoro”. Lo hanno dichiarato in una nota congiunta Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, e Roberto Perfetti, Segretario Regionale UGL Umbria, in merito all’incidente sul lavoro avvenuto in provincia di Perugia in cui ha perso la vita un operaio.

Articolo precedenteARICCIA, MARIO ALBERTI CANTA TRILUSSA A PALAZZO CHIGI: LETTERATURA E MUSICA UNITE ALLA FESTA DELLA POESIA E DELL’IRONIA
Articolo successivoCovid, Assotutela: “Vaccini in eccesso al costo di 4 miliardi”