Roma: degrado, illegalità e abusivismo da Termini a San Pietro passando per il Colosseo

23

I Carabinieri del gruppo di Roma continuano i controlli nelle principali aree interessate dall’afflusso di turisti nella Capitale, finalizzati a prevenire e reprimere reati di natura predatoria e contrastare situazioni di degrado, abusivismo e illegalità.

Il bilancio dell’attività è di 2 persone arrestate, 7 denunciate a piede libero e 8 sanzionate amministrativamente.

L’attività rientra nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per prevenire e reprimere reati di natura predatoria e contrastare situazioni di degrado, abusivismo e illegalità, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

TERMINI

Presso il principale scalo ferroviario e nelle vie adiacenti, i Carabinieri del Nucleo Roma Scalo Termini hanno denunciato una cittadina straniera per interruzione di pubblico servizio e rifiuto di fornire le proprie generalità. La donna dopo essersi rifiutata di indossare la mascherina a bordo di un treno diretto a Foligno, all’arrivo dei militari ha negato le proprie generalità, provocando un ritardo di alcuni minuti nella partenza del convoglio. Una cittadina romena, domiciliata presso l’insediamento nomadi di via Tiburtina, è stata denunciata per il reato di tentata truffa. La donna si è finta dipendente di un’azienda di trasporti ferroviari ed ha chiesto ad un viaggiatore un compenso in denaro, dopo averlo aiutato ad acquistare un titolo di viaggio alle biglietterie automatiche.

Un cittadino romeno è stato segnalato all’autorità competente, poiché inottemperante al divieto di ritorno nel comune di Roma, a cui era già sottoposto dal mese di giugno scorso. Un cittadino iracheno, è stato denunciato dai Carabinieri, poiché è al termine degli accertamenti è risultato gravato dal “cd. Daspo Urbano”, divieto di accesso all’area urbana della stazione ferroviaria Roma Termini. Altre due persone, sono state segnalate all’autorità giudiziaria, per il reato di molestie. I due sono stati sorpresi dai militari mentre molestavano alcuni viaggiatori all’interno dello scalo ferroviario, con richieste di elemosina o offrendo con insistenza la loro assistenza ai distributori automatici di biglietti.

Un cittadino tunisino è stato segnalato poiché è stato trovato dai Carabinieri in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente.

Infine, i Carabinieri hanno sanzionato amministrativamente 5 persone, tutte responsabili della violazione del divieto di stazionamento nei pressi della stazione Termini. A loro carico è stato emesso un ordine di allontanamento per 48 ore dalla predetta area.

 

SAN PIETRO, PRATI E CIPRO.

ROMA – I Carabinieri della Compagnia Roma San Pietro hanno eseguito un’attività di controllo del territorio a largo raggio volto ad accertare l’osservanza delle prescrizioni finalizzate a garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali.

Il bilancio dei controlli è di 2 persone arrestate, 47 persone identificate, 13 veicoli controllati e 6 attività commerciali ispezionate.

A finire in manette sono stati due cittadini romeni con precedenti, sorpresi dai Carabinieri della Stazione Madonna del Riposo lungo le scale di accesso alla fermata della metro “Cipro” gravemente indiziati di aver rubato il portafogli ad un anziano turista italiano.

Due uomini, invece, sono stati bloccati dai Carabinieri della Stazione Roma Prati nell’area di Ponte Sant’Angelo, mentre stavano svolgendo attività di intermediazione e promozione di tour turistici e vendita di biglietti “saltafila” per alcuni musei della Capitale. Nei loro confronti è stato adottato l’ordine di allontanamento dall’area UNESCO per le successive 48 ore.

COLOSSEO

Due cittadini statunitensi sono stati sorpresi dal personale della sicurezza interna del parco Archeologico del Colosseo  mentre incidevano, con un oggetto acuminato, le lettere iniziali dei loro nomi con al centro un cuore, sul basamento dell’arco di Augusto. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Roma Aventino che hanno denunciato i due turisti per danneggiamento ed elevato nei loro confronti una sanzione amministrativa pari a 800 Euro, in violazione del regolamento di Polizia Urbana del comune di Roma Capitale.

Articolo precedenteCiampino, la Polizia Locale festeggia il suo 31esimo anniversario
Articolo successivoNettuno, coltivazione di sostanze stupefacenti: arrestato 61enne