CONSORZIO ROMA DOC, CACCIATORE(EUROPA VERDE):NON SI PERDA LEGAME DEL VINO CON IL TERRITORIO

22

 

(MeridianaNotizie) Roma,12 agosto 2022-Ho presentato un’interrogazione riguardo alla regolarità e al rispetto delle norme da parte del Consorzio Roma DOC, il quale ha manifestato l’intenzione di cambiare il disciplinare della propria produzione vitivinicola.

Nello specifico, il nuovo disciplinare prevedrebbe, tra le altre cose, un’estensione geografica della produzione ben oltre i luoghi originari della zona DOC.

Per un prodotto che si fregia della Denominazione di Origine Controllata, ciò significa una perdita di identità, di specificità e di legame col territorio. Inoltre da segnalazioni non mi risulta siano state rispettate le procedure interne per avanzare la richiesta. La forma è sempre sostanza: ogni volta che viene forzata o violata ai produce sempre insostenibilità e danno all’interesse pubblico, che invece da Legge è sempre prevalente.

 

Così,in una nota ,Cons. Marco Cacciatore (Europa Verde),Presidente Commissione X Urbanistica, Politiche abitative, Rifiuti Regione Lazio.

Articolo precedenteNettuno sotto le stelle, piazze in musica aspettando il ferragosto
Articolo successivoAl via l’inaugurazione del Teatro rurale ad Ovindoli