Istat, nel 2021 tornano a crescere gli incidenti stradali

28

di Debora Felici

Tornano a crescere i sinistri stradali nel 2021, dopo la riduzione osservata durante la pandemia, complici le misure restrittive della circolazione e lo smart-working.

Dai dati del Rapporto Istat e ACI pubblicato a fine luglio, nel 2021 sono stati 2.875 i morti in incidenti stradali in Italia (+20,0% rispetto all’anno precedente), 204.728 i feriti (+28,6%) e 151.875 gli incidenti stradali (+28,4%), valori tutti in crescita rispetto al 2020 ma ancora in diminuzione nel confronto con il 2019 (-9,4% vittime, -15,2% feriti e -11,8% incidenti). 2.872 le vittime sono 2.872.

Causa degli incidenti nella maggior parte dei casi sono la distrazione, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata.

Nel 2021 il numero di incidenti per 100mila abitanti è più elevato della media nazionale (256,9) in 7 regioni (da 473,6 della Liguria a 259,1 della regione Lombardia), più contenuto in Calabria (139,6), Molise (143,9) e Campania (160,7). Il tasso di incidentalità stradale per le regioni italiane è calcolato da Istatcome rapporto tra il numero degli incidenti stradali con lesioni a persone e la popolazione residente (per 100.000).

Aumentano nel 2021 i veicoli e motoveicoli elettrici in circolazione, soprattutto nelle aree urbane: monopattini elettrici e altri dispositivi non ancora classificati e normati nelle categorie dei veicoli, come monowheel, overboard, skateboard e altri mezzi legati alla micromobilità elettrica. Nel 2021 sono state vendute 1 milione e 975mila biciclette, comprese le e-bike e usati in sharingoltre 35 mila monopattini con oltre 7 milioni di km percorsi.

Colpisce il dato emerso da un’indagine ACI, secondo cui a fare uso del monopattino elettrico nel 2021 non sono statiautomobilisti, ma persone che usavano spostarsi a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici. Sono purtroppo aumentati molto gli incidenti con i monopattini elettrici in tutte le province italiane: dai 564 del 2020 ai 2.101 del 2021.

Analogo il trend in UE27: le vittime della strada nel 2021 aumentano del 5,3% rispetto all’anno precedente: 19.855 nel 2021, contro 18.861 del 2020 e 22.763 del 2019. Ogni milione di abitanti si contano 44,7 morti per incidente stradale nella Ue27 e 48,6 nel nostro Paese, che passa, purtroppo, dal 12° al 13° posto della graduatoria europea.

Articolo precedenteRoma, vince 100mila euro alla lotteria degli scontrini e ristruttura la futura casa
Articolo successivoTerremoto, Assotutela: “Accelerare su ricostruzione”