Fondi, approvate le mozioni per rilancio della stazione ferroviaria e di contrasto al cambiamento climatico

13

(MeridianaNotizie) Fondi, 28 settembre 2022 – La seduta del Consiglio comunale del 27 settembre 2022 è stata aperta, secondo una consuetudine ormai consolidata, con le congratulazioni formulate dal presidente Giulio Mastrobattista a nome di tutta l’assemblea al neo rieletto senatore di Forza Italia Claudio Fazzone.

Lo stesso, raccogliendo un suggerimento dell’assessore ai Servizi Sociali Sonia Notaberardino, ha rivolto un pensiero alle vittime della strage russa di Izhevsk e chiesto alla Pubblica Assise di raccogliersi in un minuto di silenzio.

«La guerra e ogni altro sconsiderato gesto di violenza – ha affermato il presidente Mastrobattista – lascia dei morti che non sono perdite di una o dell’altra parte in causa ma vittime dell’intera umanità, a maggior ragione in questa strage costata la vita a tanti bambini».

Assenti, perché legittimamente impediti, i consiglieri Guido La Rocca e Tiziana Lippa.

Secondo punto all’ordine del giorno: approvato il bilancio consolidato dell’esercizio 2021

Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente con 15 voti favorevoli e 5 astensioni (Francesco Ciccone, Salvatore Venditti, Franco Cardinale, Luigi Parisella, Stefano Enea Guido Marcucci), i lavori sono entrati nel vivo con il secondo punto all’ordine del giorno illustrato dal vicesindaco nonché assessore al Bilancio Vincenzo Carnevale.

«Il Comune di Fondi – ha ricostruito il relatore – è chiamato a consolidare il bilancio delle società partecipate di cui fa parte, le quali fanno capo ad un gruppo di amministrazione pubblica, il cosiddetto Gap. Ricordiamo, nello specifico, che le partecipate in questione sono Acqualatina, con una quota del 3,15%, la Mof Spa, con una quota del 3,90%, e il Consorzio Industriale del Lazio, nel quale l’Ente è confluito nel 2021, con una quota del 2,46% e un valore nominale di circa 86mila euro. In giunta è stato individuato il gruppo di amministrazione pubblica con il Consorzio Industriale del Lazio e, a seguito dell’approvazione del bilancio che registra una perdita di circa un milione e 600mila euro, la quota spettante al Comune di Fondi è in perdita di circa 33mila euro. Con la proposta di delibera in oggetto andiamo quindi ad accantonare nel bilancio di previsione 2023 l’equivalente di questa perdita. Ricordo che si tratta di un adempimento obbligatorio, da definire entro il 30 settembre 2022, che comporta una serie di conseguenze e restrizioni se non effettuato entro in termini».

Il punto è stato approvato con 15 voti favorevoli, 3 contrari (Salvatore Venditti, Francesco Ciccone e Stefano Enea Guido Marcucci) e 2 astenuti (Franco Cardinale e Luigi Parisella).

Terzo punto all’ordine del giorno: variazione al bilancio di previsione

La presidente della commissione Bilancio Elisa Carnevale ha illustrato il terzo punto all’ordine del giorno ossia una variazione di bilancio di circa un milione e 429 mila euro finalizzata a registrare prevalentemente entrate dovute a finanziamenti sovracomunali e spostamenti tra capitoli.

Un flusso in entrata frutto del grande lavoro svolto dai diversi uffici dell’Ente che, nonostante la carenza di organico, si sono prodigati per reperire risorse mediante la presentazione di progetti e la partecipazione a bandi.

Nello specifico sono confluite nelle casse dell’Ente risorse derivanti dal finanziamento dei progetti del Pnrr, per un totale di 533.000 euro circa, per la digitalizzazione del Comune e il miglioramento dell’esperienza del cittadino nei servizi. La variazione ha inoltre riguardato un fondo ministeriale di 146.607 euro per la copertura dei costi dell’energia e del gas a seguito dei recenti rincari ed un contributo residuo di 36.659 euro, aggiuntivo rispetto a quanto già erogato nel 2021, confluito nel fondo locazione. Proseguendo nella declinazione della corposa variazione, ulteriori trasferimenti in entrata hanno riguardano le politiche sociali (420mila euro), i lavori pubblici (13.642 euro) e le iniziative culturali (41mila euro). Un’ultima variazione in passivo, di circa 5mila euro, è stata richiesta dalla polizia locale per le attività di vigilanza e formazione nel mese di giugno 2022.

La relatrice Carnevale ha spiegato come la variazione avesse già ricevuto il parere favorevole dei revisori dei conti. Il punto è stato approvato con 16 voti favorevoli (durante l’illustrazione è entrata in aula anche la consigliera Mariapalma Di Trocchio) e 5 astensioni (Salvatore Venditti, Francesco Ciccone, Stefano Enea Guido Marcucci, Franco Carnevale e Luigi Vocella).

Quarto punto all’ordine del giorno: variazione d’urgenza al bilancio di previsione

Anche con il quarto punto all’ordine del giorno, l’assemblea è stata chiamata ad esprimersi su una variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2022/2024 e, nello specifico, a ratificare una deliberazione di giunta che ha riguardato entrate per un totale di 180mila euro. Come illustrato dalla relatrice Elisa Carnevale, si è trattato di contributi per le elezioni politiche del 25 settembre 2022 (110mila euro) e per la ristrutturazione di un immobile confiscato alle mafie nel quale è in progetto la realizzazione di un centro antiviolenza sulle donne (70mila euro).

Il presidente ha sottolineato il valore simbolico della deliberazione e ha invitato l’assemblea a votare favorevolmente. Il punto è stato approvato all’unanimità.

Quinto punto all’ordine del giorno: variazione d’urgenza al bilancio di previsione

Il quinto punto all’ordine del giorno ha riguardato un’ulteriore variazione in attivo, resasi necessaria a seguito dell’erogazione da parte della Prefettura di Latina di un contributo di 35mila euro per la sicurezza sulle spiagge. Lo stanziamento, come ha spiegato la presidente della commissione Bilancio Elisa Carnevale, ha riguardato l’estate 2022. Il punto è stato approvato con 16 voti favorevoli e l’astensione dei cinque consiglieri di minoranza presenti in aula: Salvatore Venditti, Francesco Ciccone, Stefano Enea Guido Marcucci, Luigi Vocella e Franco Cardinale.

Sesto punto all’ordine del giorno. Gestione associata dei Servizi Sociale del Distretto Socio sanitario LT4: approvata la convenzione

L’assemblea è stata chiamata ad esprimersi nuovamente sulla modalità di gestione del Distretto Socio Sanitario Lt4 che comprende, oltre a Fondi come Comune capofila, anche le città di Campodimele, Lenola, Monte San Biagio, San Felice Circeo, Sperlonga e Terracina. Dopo l’esposizione dell’assessore ai Servizi Sociali Sonia Notarberardino, che ha illustrato i dettagli della convenzione, il consigliere di Fratelli d’Italia Luigi Vocella ha motivato il suo voto contrario spiegando come auspicasse un differente modello di gestione, anche alla luce dei diversi suggerimenti pervenuti dalla Regione. Un voto contrario, come spiegato dallo stesso, finalizzato più che altro a spronare l’amministrazione ad arrivare ad un nuovo modello di gestione nel minor tempo possibile.

Sulla questione sono intervenuti prima la presidente della commissione Sanità Daniela De Bonis e poi il sindaco Beniamino Maschietto i quali hanno ribadito, ancora una volta, come in mancanza di un parere unanime da parte di tutti i sindaci sul nuovo modello giuridico da adottare, la convenzione fosse indispensabile per continuare ad erogare i numerosi e preziosi servizi offerti dal distretto e, soprattutto, per non perdere ingenti finanziamenti derivanti dal Pnrr.

Anche il consigliere Francesco Ciccone, nel ribadire l’importanza di offrire servizi realmente efficaci per rispondere al fabbisogno della popolazione, ha auspicato un rapido raggiungimento del nuovo modello giuridico.

Il punto è stato approvato con 15 voti favorevoli, 3 astensioni (Francesco Ciccone, Salvatore Venditti e Franco Cardinale) e 3 contrari (Stefano Enea Guido Marcucci, Luigi Parisella e Luigi Vocella).

Settimo punto all’ordine del giorno: aggiornato il Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2022-2024

L’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Ciccarelli ha illustrato il settimo punto all’ordine del giorno ossia un aggiornamento del Programma Triennale delle Opere Pubbliche su quattro punti:

  1. riqualificazione e valorizzazione del mercato coperto di Fondi in quanto si è reso necessario aggiornare il costo complessivo dell’opera a 362.180 euro a seguito della pubblicazione del nuovo prezziario regionale (aumento rispetto al precedente importo di circa 30mila euro);
  2. approvazione del progetto definitivo per attività di manutenzione stradale. Ad uno stanziamento dell’Astral di circa 500mila euro sono state aggiunte risorse comunali per un totale di 200mila euro.
  3. approvazione del progetto definitivo, di importo pari a 278.420 euro, per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per l’adeguamento della pista ciclabile di via Stazione-via Toscana, ammalorata anche a causa dell’azione delle radici di alberi ad alto fusto che insistono sull’opera. Anche in questo caso l’Ente potrà avvalersi di risorse dell’Astral;
  4. approvazione del progetto definitivo per l’ampliamento del cimitero comunale e in particolare per la realizzazione di nuovi loculi. A seguito del nuovo prezzario è infatti stato necessario rivedere l’importo complessivo dell’opera che attualmente ammonta a 1.382.768 euro.

Sull’argomento sono intervenuti i consiglieri Luigi Parisella, che ha chiesto maggiore attenzione in termini anche di manutenzione delle opere pubbliche realizzate, e Francesco Ciccone che ha invece chiesto lumi sui ritardi di numerosi cantieri attivi in città tra i quali la riqualificazione del piazzale dell’ex chiesa di Sant’Antonio Abate.

Essendo quest’ultimo argomento di natura differente rispetto alle tematiche in oggetto, l’assemblea ha concordato di affrontare entrambe le questioni in commissione.

Il punto è stato approvato con 15 voti favorevoli, 4 astensioni (Luigi Parisella, Francesco Ciccone, Salvatore Venditti e Franco Cardinale) e 2 contrari (Stefano Enea Guido Marcucci e Luigi Vocella).

Punto 8: approvata la mozione sul rilancio della stazione ferroviaria di Fondi-Sperlonga

Il consigliere Stefano Enea Guido Marcucci ha dato lettura del testo della mozione, firmata anche dal compagno di partito Luigi Vocella, sul rilancio della stazione ferroviaria di Fondi-Sperlonga.

Sulla questione è intervenuto il sindaco Beniamino Maschietto che ha ricostruito all’assemblea lo stato delle interlocuzioni con Rfi (Rete Ferroviaria italiana) e, in particolare, ha aggiornato i consiglieri circa le recenti rassicurazioni in merito ad una imminente e radicale opera di restyling dell’intero scalo. Il primo cittadino ha inoltre rassicurato la Pubblica Assise spiegando che, qualora le missive inoltrate dovessero restare lettera morta, non esiterebbe a rivolgersi direttamente a sua eccellenza il Prefetto di Latina Maurizio Falco.

A seguito delle rassicurazioni del sindaco, dell’intervento del capogruppo di Forza Italia Vincenzo Mattei che, a nome della maggioranza, ha chiesto di emendare la mozione in alcuni aspetti, e della dichiarazione di voto favorevole espressa dal presidente del Consiglio Giulio Mastrobattista, il testo è stato approvato all’unanimità.

Punto 9: ritirata per una più approfondita trattazione la mozione sulla trasparenza e l’accesso agli atti

Il consigliere Francesco Ciccone ha illustrato i dettagli della mozione volta a migliorare la partecipazione dei cittadini ai lavori della Pubblica Assise e ad accrescere la trasparenza e l’accesso agli atti del Consiglio. Lo stesso, tra i vari suggerimenti, ha proposto la possibilità di inserire un link sulla home del sito istituzionale, raggiungibile anche tramite un qr code presente sull’apposito manifesto, tramite il quale accedere a tutti i testi di mozioni, interpellanze, relazioni e atti al vaglio dei consiglieri.

I capigruppo di IoSi e Forza Italia Daniela De Bonis e Vincenzo Mattei hanno spiegato come alcune delle proposte già venissero effettuate ma di essere, nel complesso, favorevoli ai temi della mozione.

A seguito del parere espresso dal segretario generale Anna Maciariello, la quale ha spiegato all’assemblea, in maniera argomentata ed esaustiva, come tale provvedimento fosse parzialmente in contrasto con il regolamento del Consiglio comunale vigente, delle perplessità giuridiche espresse dal presidente Giulio Mastrobattista e di un confronto a microfoni spenti tra maggioranza e opposizione, il consigliere Francesco Ciccone ha deciso di ritirare la mozione e di rimandarne la trattazione. Nel caso in cui effettivamente la normativa di riferimento non dovesse consentire di apportare le modifiche racchiuse nella mozione, i consiglieri di maggioranza e opposizione hanno preso l’impegno di lavorare sinergicamente ad una modifica del regolamento stesso.

Punto 10: approvata la mozione per contrastare il cambiamento climatico e ambientale

Anche il decimo punto all’ordine del giorno, una mozione sull’emergenza climatica e ambientale, è stata illustrata dal consigliere proponente Francesco Ciccone. In un dettagliato testo, l’esponente di Fondi Vera ha proposto una serie di impegni quali l’uso di carta riciclata nei pubblici uffici, l’incentivazione di programmi di riforestazione urbana, l’installazione di erogatori d’acqua e di nuove rastrelliere, l’istituzione di un servizio di bike sharing, il disincentivo all’utilizzo della plastica, la creazione di una rete di produttori locali, l’installazione di nuovi posaceneri nel centro urbano, il monitoraggio costante della presenza di anidride carbonica sul territorio, l’inasprimento delle multe per chi abbandona rifiuti e la promozione dei temi della mozione in tutte le scuole di ogni ordine e grado.

In apertura del discorso di presentazione del testo, con una lunga e argomentata premessa, il consigliere ha inoltre chiesto all’assemblea di esprimersi sulla dichiarazione dello stato di emergenza climatica e ambientale.

I temi della mozione sono stati giudicati condivisibili dalla maggioranza che, a seguito di un’interruzione dei lavori, ha proposto di emendare il testo complessivo e di votare separatamente l’elenco degli impegni volti a contrastare il cambiamento climatico e la dichiarazione di stato di emergenza.

Su quest’ultimo punto, per motivazioni più tecniche che di merito, con 13 voti contrari e 4 favorevoli (Salvatore Venditti, Francesco Ciccone, Franco Cardinale e Stefano Enea Guido Marcucci), il Consiglio si è espresso negativamente.

La mozione emendata è stata invece approvata all’unanimità.

L’assemblea ha quindi impegnato il sindaco di Fondi e l’amministrazione comunale ad incentivare le seguenti attività volte a combattere e contrastare il cambiamento climatico:

– predisporre iniziative che prevedano la riduzione delle emissioni e per la promozione delle energie rinnovabili, nonché incentivo del risparmio energetico nei settori della Pianificazione Urbana, nella Mobilità, negli edifici, nel riscaldamento e raffreddamento;

– programmare sempre maggiori interventi di riforestazione urbana;

– intensificare il coinvolgimento attivo di Cittadini ed Associazioni nel processo di individuazione delle criticità ambientali e nella loro soluzione;

– incentivare l’uso di borracce riutilizzabili e disincentivare quello di bottiglie di plastica usa e getta;

– installare nuove rastrelliere blocca-telaio per le biciclette, che possano permettere a chiunque prediliga spostarsi in bicicletta in Città di poterla portare ovunque senza dover temere furti;

– promuovere di sempre più numerosi momenti di informazione dei Cittadini in merito al consumo critico ed alle tematiche ambientali, al fine di garantire uno sviluppo culturale omogeneo nel rispetto dell’ambiente;

– promuovere patti e accordi tra Enti per il recupero dei siti dismessi;

– installare ulteriori posaceneri nel centro urbano per evitare la dispersione di sigarette nell’ambiente.

Punto 11: interpellanze e interrogazioni

Interpellanza a risposta scritta, rivolta all’assessore ai Lavori Pubblici Tonino Ciccarelli, presentata dal consigliere Stefano Enea Guido Marcucci sulla viabilità in zona Ponte Selce.

Articolo precedenteAnzio, “I Prigionieri del Diavolo a Roma” donato alla Biblioteca Chris Cappell
Articolo successivoAnzio, P.N.R.R: online l’avviso di selezione pubblica per architetti, ingegneri e geometri