Tenderstories coproduttore del film “Amanda” presentato al Festival del Cinema di Venezia 2022

20

Tenderstories coproduttore del film “Amanda” presentato al Festival del Cinema di Venezia 2022

“E’ con orgoglio – rileva Zani – che partecipiamo in concorso a questa 79esima edizione coproducendo tre film internazionali, tra cui un film che narra le vicende di una giovane donna, ambientato in una società contemporanea”

(Meridiana Notizie) Venezia, lunedì 5 settembre 2022 – Tenderstories è coproduttore del film “Amanda”, diretto da Carolina Cavalli, alla sua opera prima, con Benedetta PorcaroliGalatéa BellugiMichele BraviGiovanna MezzogiornoMargherita Maccapani Missoni.

Amanda è un’outsider, una ragazza che fatica a trovare il suo posto nel mondo ma anche all’interno della sua generazione, tuttavia non si abbatte mai e anzi combatte, non rinunciando mai a sé stessa nonostante le difficoltà. Amanda è un gioiellino, una pellicola che conquista con il suo stile gioioso e buffo e ci invita ad apprezzare la diversità a dispetto delle regole imposte dalla società.

“E’ con orgoglio che partecipiamo in concorso a questa 79esima edizione coproducendo tre film internazionali, tra cui un film che narra le vicende di una giovane donna, ambientato in una società contemporanea. Senza dimenticare il debutto alla regia per Carolina Cavalli, in tal modo, continua il nostro impegno a sostegno dei nuovi talenti del cinema italiano, costruendo una nuova generazione di voci, storie e sogni che sappiano parlare anche a un pubblico internazionale”. Spiega Moreno Zani, fondatore di Tenderstories.

Il film sarà al cinema dal 13 ottobre. Amanda è una produzione di Elsinore Film, Tenderstories, fondata da Moreno Zani, Wildside – società del gruppo Fremantle, in collaborazione con I Wonder Pictures e Charades. Il film sarà presentato anche al Toronto International Film Festival.

(A cura di Raffaele Natalucci)

Articolo precedenteLavoro. Paolo Capone, Leader UGL: “Governo valuti scostamento di bilancio per arrestare pandemia energetica”
Articolo successivoCalabria, Assotutela: “Importante traguardo per la tutela del diritto alla salute dei cittadini”