Giornata da incubo sulla Metromare, pendolari costretti a scendere dal treno e fare file interminabili per prendere le navette sostitutive

54

(MeridianaNotizie) Roma, 10 ottobre 2022 – Non c’è pace per i pendolari che utilizzano la Metromare. Oggi l’ennesimo guasto sulla linea, avvenuto alle 11.24 stavolta alla Stazione Colombo, che ha provocato l’interruzione della tratta fino ad Acilia in entrambe le direzioni, con passeggeri infuriati, alla ricerca di mezzi per dirigersi a lavoro. Un disservizio per gli utenti, iniziato però fin dalle prime ore della mattina, con ritardi e rimodulazioni degli orari delle partenze dovuti ai pochi treni in servizio e al rallentamento nel tratto Torrino/Tor di Valle, poi degenerato con la chiusura provvisoria della tratta che collega Ostia con il centro della Capitale a causa di un guasto tecnico all’infrastruttura della linea che ha reso necessaria l’evacuazione di un treno all’altezza della stazione di Acilia, e l’interruzione del servizio per più di un’ora, in entrambe le direzioni, fino a quando la circolazione è poi ripartita intorno alle 12.40, ma con forti rallentamenti e numerose modifiche agli orari di partenza.

Disagi che nella giornata hanno coinvolto anche l’accessibilità ai treni con addirittura 26 impianti, tra ascensori e scale mobili, completamente bloccati sui 30 a disposizione tra Cristoforo Colombo e Vitinia. “È quasi un “cappotto” con 26 (diconsi “ventisei) impianti bloccati sui 30 – hanno commentato dal Comitato Pendolari Roma-Lido – NON ACCESSIBILI tutte le prime 4 stazioni di Ostia e poi Ostia Antica, Acilia, Bernocchi, Vitinia e Beirut-TdV. Scale mobili guaste (tutte) a Lido Nord, Acilia (foto), Vitinia e una a Ostia A. e Bernocchi. Ci sono da 2 anni e mezzo 2 scale mobili in salita ferme a Piramide (ATAC-non segnalate) ed anche da mesi una al bin.4 di Basilica S.P., mentre da 30 mesi è chiuso (con la scusa di lavori a passo di lumaca) il sottopasso pedonale tra Metro B Piramide/Roma Lido PSP e Ostiense RFI (foto), tutto PERVICACEMENTE NON SEGNALATO sui siti web di Astral/Atac”.

“Sulla METRO B situazione sconsolante – aggiungono –  non accessibile tutta la B1 ed anche Marconi, Bologna, Quintiliani, Ponte Mammolo e Rebibbia e per chi è in carrozzella, anche Cavour, Colosseo e Circo Massimo, per guasti ai montascale e/o scopertura turni personale Atac. Problemi gravi nella Metro A, con 20 fermate non accessibili (di solito non segnalata anche Cipro – problemi ascensore per il piano strada e pure scala mobile per uscire su strada guasta da tre anni) fermate non accessibili, di cui la metà per mancata previsione di turni degli Addetti di stazione a presidio degli impianti”.

Articolo precedenteSERIE A. FIORENTINA-LAZIO, AMBIZIONI DA “CHAMPIONS”…
Articolo successivoCala il sipario sul Tazio e Roma capitale perde un pezzo di qualità