SPORT – BOXE. PICCOLI CAMPIONI CRESCONO: ANDREA GALLO

212

Lo sport quale strumento per la crescita personale e per allontanare i giovani dalla strada…ma anche per un possibile futuro da professionisti

– articolo di Massimo Catalucci

www.massimocatalucci.it

(Meridiananotizie) Ardea, 17 ottobre 2022 – Lo sport è da sempre un’attività che permette a molti giovani di trovare una valida alternativa dove incontrarsi in un gruppo dei pari e poter crescere in modo sano e sotto il profilo personale oltre che fisico e psicoemotivo. E per molti ragazzi, lo sport non rappresenta solo un momento di inclusione e condivisione giovanile ma, attraverso il rispetto delle regole ferree che tale attività richiede quando si sale di livello e alla responsabilità di farsi carico dei sacrifici che gli allenamenti costanti e continuativi necessitano per emergere, rappresenta anche un’opportunità per un futuro da professionisti.

Ed è quello che ha in mente Andrea Gallo, un giovane del nostro territorio che ha approcciato alla tenera età di sei anni, alla boxe, quasi per gioco.

Ricordo che i guantoni erano più grandi di me – dichiara ridendo Andrea Gallo che oggi ha 14 anniForse ciò che mi ha spinto ad iscrivermi a questo sport è stata anche la voglia di acquisire più sicurezza in me – aggiunge Andrea -“.

La passione per la boxe, nel tempo, faceva sempre più presa nel giovane atleta e i suoi allenamenti in palestra aumentavano sempre più e così all’età di 13 anni, passava all’attività agonistica dove la preparazione e i match iniziavano a diventare sempre più impegnativi.

Ma il sacrifico per i duri allenamenti e la poca disponibilità di tempo che ha a disposizione Andrea da dedicare alle proprie amicizie, unite all’impegno scolastico, non sono un problema per lui che ha chiaro in mente il suo futuro da sportivo professionista.

La sua determinazione a lottare ed andare sempre avanti, di migliorarsi, soprattutto l’acquisizione della consapevolezza, seppur in giovane età, di comprendere che anche la sconfitta sul ring serve per crescere, gli fanno fanno aumentare il suo focus sugli obiettivi che si è prefisso di raggiungere e così alle gare regionali per la sua categoria, si è prima qualificato in finale e poi, se l’è aggiudicata con merito, diventando “Campione Regionale School Boys – 54 Kg”.

Ora, Andrea si sta preparando per partecipare alla competizione italiana di categoria che si terrà a Mondovì il prossimo 25 ottobre, dove si confronterà con altri campioni regionali.

Facciamo un grande in bocca al lupo al nostro giovane Andrea, a cui auguriamo di avere un futuro da campione nella boxe professionistica.

Quella di Andrea è una delle tante storie belle che ci prefiggiamo di scovare nel territorio di Ardea che è stato troppo spesso indicato, da alcune testate giornalistiche e trasmissioni televisive, quale luogo di degrado sotto diversi punti di vista ma che invece conserva, come abbiamo più volte menzionato, risorse di ogni genere che meritano di essere portate alla luce e rivendicate per dare al Comune rutulo il risalto che merita in positivo.

 

Articolo precedenteSERIE A. LAZIO-UDINESE 0-0. UN PUNTO PER PARTE MA BRUTTA “TEGOLA” PER SARRI CHE PERDE IMMOBILE PER INFORTUNIO
Articolo successivoMaratona e solidarietà. XSPORT Challenge per Dynamo Camp