RADIO MOTOWN A ROMA: ALL’ASINO CHE VOLA SI CANTA E SI BALLA SULLE NOTE DEL BLACK POP DI DETROIT

17

RADIO MOTOWN A ROMA: ALL’ASINO CHE VOLA

SI CANTA E SI BALLA SULLE NOTE DEL BLACK POP DI DETROIT

Un grande show radiofonico “live” a due voci con una band d’eccezione. Da non perdere

 

(MeridianaNotizie) Roma, 14 ottobre 2022 – Domenica 16 ottobre a partire dalle 21,00 la serata de L’Asino che Vola, storico locale di via Antonio Coppi 12 a Roma si trasformerà in una sorta di grande studio radio.

In scena lo show di Radio Motown. A proporre il viaggio dentro la storia della leggendaria casa discografica di Detroit che ha unito per la prima volta la black music con il pop, portando alla ribalta artisti del calibro di Stevie Wonder, Marvin Gaye, Diana Ross & The Supremes, Lionel Richie, The Jackson 5 e tanti altri sarà la band capitanata dal performer Luigi Restivo (voce) assieme a Halyna Gaia Tupys, Fulvio Epifani alle tastiere, Andrea Ravoni alla chitarra, Emanuele Rizzi al basso e Claudio D’Arrigo alla batteria.
LO SPETTACOLO – Un mix di ritmo tra musica soul, pop, r&b, dance unita a un pizzico di storia della musica. Brani che, velati nella loro apparente leggerezza hanno aperto e percorso strade di integrazione e passione grazie a una sfida ai tempi impensabile: unire due mondi distanti come quello della black music e del pop bianco.
Lo show propone un percorso cronologico dagli anni 60′ fino ai 90′ in cui celebrare i tanti successi dell’etichetta, da My girl a I heard it trhough the grapevine, da Higher Ground a I want you back, All night long e tanti altri, in un concerto spettacolo tutto da ascoltare e ballare.

L’AUTORE – Il maestro Luigi Restivo, messinese, classe ’83 ma da oltre quindici anni a Roma, è ideatore e principale interprete di Radio Motown.

Restivo è laureato in Canto Pop presso il Conservatorio Licinio Refice di Frosinone con 110 e lode, con una tesi inerente “La lezione psicologica” di Gaber, interessante parallelismo tra le canzoni e la psicologia umana in una sorta di percorso interiore dell’individuo dalla crisi alla guarigione.

E’ in progetto prossimamente la trasformazione dello studio in un format musico-teatrale da sottoporre alla prova della scena.

Con lo spettacolo CantoAutori, viaggio nella grande tradizione cantautorale italiana,  da oltre dieci anni in scena nei teatri, nelle piazze e nei club di tutta Italia, ha ottenuto numerosi successi riconosciuti dal pubblico e dalla critica. E’ cultore degli studi legati alla voce nel musical theatre con i docenti dell’“American Musical Theatre Academy” di Londra e segue seminari tenuti da Maria Pia De Vito, Silvia Mezzanotte ed Elisa Turlà.

Come attore ha frequentato la scuola Auroville diretta da Augusto Zucchi, e corsi e laboratori tenuti da Beatrice Bracco e Mario Grossi (Centro Sperimentale di Cinematografia).

Tra il 2006 e oggi ha lavorato in musical importanti come “Jesus Christ Superstar” e Reefer Madness (musical off-broadway rappresentato per la prima volta in Italia), ma anche testi di prosa che vanno da Ionesco (in una rielaborazione dal titolo Ionescando) fino a Goldoni (L’impresario delle Smirne) e Shakespeare (Riccardo III), passando anche tra testi inediti come Delitto in palcoscenico, Il codice Sacripante, Love’s Anatomy e molti altri.

Insegnante, segue singolarmente allievi dai 5 agli oltre 70 anni d’età, dirige inoltre laboratori sul musical con spettacolo finale.

E’ vocal coach di numerose band emergenti tra le quali negli anni ha collaborato con i Sensuth, i Montreal (prodotti dai Velvet) e i The Wir.

 

INFO E PRENOTAZIONI – Ingresso a pagamento (10 euro) inclusa consumazione .Per prenotare è possibile mettersi in contatto con il locale al numero di telefono 067851563

 

Articolo precedenteLa carne rossa fa male alla salute? Per perdere qualche chilo di troppo basta fare una bella sauna? Falsi miti e bufale sul sito ISSalute
Articolo successivoGIORGIA MELONI (FDI) E IL GOVERNO CHE VERRA’: “NON SONO RICATTABILE”