FORTE SCOSSA DI TERREMOTO DI MAGNITUDO 5.7, NEL MARE DAVANTI ALLE MARCHE

91

Epicentro a 29 km dalla costa marchigiana, all’altezza di Sinigallia. La scossa si è sentita in mezza Italia e in Croazia

– articolo di Massimo Catalucci

www.massimocatalucci.it

(Meridiananotizie) Sinigallia (AN), 9 novembre 2022 – Intorno alla ore 7:00 di questa mattina, una forte scossa di terremoto, il cui epicentro è stato individuato a circa 29 chilometri dalla costa italiana, davanti Sinigallia (Marche), a 8 km circa di profodnità, ha creato panico tra la cittadinanza. Probabilmente, il fatto che il sisma si sia verificato al largo dalla costa, non ha causato danni dalle persone anche se qualche “cornicione” è caduto, come ad esempio alla stazione ferroviaria di Ancona.

Se pensiamo che il terremoto del 6 aprile 2009, che colpì gli abitanti del centro Italia alle ore 3:32, ebbe una magnitudo di 6.3 e fu devastante per l’Aquila e provincia, con molti danni a cose e persone, tante delle quali persero la vita sotto le macerie, quello avvenuto stamattina con magnitudo tra 5.5 e 5.7 fa venire i brividi perché molto vicino ai dati registrati in Abruzzo 13 ani fa.

Il terremoto di oggi nel mare Adriatico, era stato in qualche modo annunciato dal blogger Dutchsinse, che diventato famoso per le sue previsioni sui terremoti, il 2 novembre scorso, lanciò l’allarme per l’Italia nei 7 giorni a venire. E la previsione è stata puntuale, infatti oggi, dopo esattamente sette giorni, gli aghi dei sismografi, verso le ore 7:00 hanno iniziato a tracciare la forte scossa.

Sono sopraggiunte altre rilevazioni di sciami sismici subito dopo la prima scossa: alle ore 7:12 di magnitudo 4.0, poi, alle ore 7:15 magnitudo 3.1, 3.4, 3.6; ore 7:25 altre scosse: magnitudo 2.5, 2.7 e 2.4. Infine un’ultima scossa è stata rilevata alle ore 7:35, con magnitudo 2.4.

 

Articolo precedenteVia Laurentina, Bruognolo (Lega): Strada pericolosa, dopo le 17 si resta al buio. Gualtieri lo sa?
Articolo successivoMUNICIPIO VI, PALOZZI(IAC): “SILENZIO ASSORDANTE GUALTIERI SU STRADE. SI SVEGLI”